Home / Videogiochi / PlayStation Plus su PS4, cosa cambia?

PlayStation Plus su PS4, cosa cambia?

playstation plus ps4

Ha fatto tremare e arrabbiare i fans la notizia che il servizio PlayStation Plus sulla nuova PS4 sarà a pagamento. Per evitare che l’ira del pubblico potesse togliere quote di mercato alla console come accaduto alla Xbox, gli sviluppatori sono usciti allo scoperto ed hanno precisato che non tutto cambierà e non tutto sarà a pagamento. Anzi, buona parte del servizio rimarrà gratuito. In che modo è presto detto.

Se si volessero vedere video o altri contenuti messi in rete sul PlayStation Plus, non si dovrà versare un euro. Inoltre sarà possibile guardare la TV, dove prevista, aggiornare il sistema con gli update e le patch messe a disposizione da Sony e dalle case sviluppatrici dei videogiochi, ed accedere ad altri servizi che però ancora la casa nipponica non ha mostrato. Cosa si ottiene invece pagando l’abbonamento?

Principalmente l’abbonamento servirà per giocare online. Chiunque voglia giocare in multiplayer con i propri amici o con altri utenti collegati in rete, oppure utilizzare la chat vocale, accedere a bonus e contenuti aggiuntivi (pensiamo ad esempio ad alcuni tipi di giochi che potrebbero diventare free-to-play), allora si pagherà una certa somma. Molto probabile, anche se non dichiarato ufficialmente, che bisognerà pagare per i MMORPG, cioè i giochi di ruolo online come Final Fantasy XIV: A Realm Reborn, solo che non è chiaro se il pagamento sarà compreso nell’abbonamento o si acquisteranno carte prepagate come avviene oggi per esempio con Wordcraft. Le cifre ad ogni modo non dovrebbero essere elevate. Anche se non ci sono ancora numeri ufficiali si parla di un abbonamento mensile che dovrebbe essere tra i 10 ed i 20 dollari, mentre diventa molto conveniente l’abbonamento annuale che dovrebbe mantenersi sotto i 100 dollari.

Abbonandosi inoltre, l’utente che lo sottoscrive ottiene anche accesso ai contenuti Plus su PS3  e Playstation Vita, se eventualmente li dovesse possedere. Infine rimane il mistero per quanto riguarda i videogiochi vecchi. La cosa certa è che, quando entrerà in funzione Gaikai, i giochi della PS3 diventeranno compatibili con la PS4. Rimane solo da capire se si pagheranno, se per giocarci sarà necessario l’abbonamento o se bisognerà pagare una piccola tassa per sbloccarli.

Foto: PlayStation Plus su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

football manager 2019

Football Manager 2019: i migliori talenti sotto il milione di euro

Talenti giovani nel calcio ce ne sono tanti, ma quando non c'è un grande budget bisogna affidarsi ai potenziali campioni low-cost.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.