Home / Salute / Cosa attira le zanzare? Dai vestiti agli odori, prevenire le punture si può

Cosa attira le zanzare? Dai vestiti agli odori, prevenire le punture si può

cosa attira le zanzare

In un precedente approfondimento abbiamo già esposto i rimedi naturali contro le zanzare più efficaci, dalle piante agli oli essenziali. Oggi vogliamo parlare invece di cosa attira le zanzare per capire insieme come prevenire le punture in estate ed evitare quell’effetto calamita per gli insetti che ci fa diventare, spesso inconsapevolmente, il loro bersaglio preferito. Vi sarà capitato, infatti, almeno una volta nella vita, di trovarvi insieme a degli amici all’aperto in una calda serata estiva e di notare di essere la vittima preferita delle zanzare o, al contrario e fortunatamente, essere letteralmente scartati dalle zanzare a discapito di uno dei presenti. In tal caso non è insolito sentire o pronunciare frasi come: “Tizio attira le zanzare”, “Le zanzare preferiscono il sangue di Caio”. Ma cosa c’è di vero in queste credenze e quali sono i fattori che fungono da calamita per le zanzare? La scienza si sta ancora interrogando sulle cause che rendono più appetibile di altre una preda alle zanzare. Finora la ricerca ha prodotto qualche deduzione molto interessante che può esserci di grande aiuto nella prevenzione delle punture.

Partiamo dai vestiti o meglio dal colore degli abiti. Le zanzare sono attratte dai colori scuri e dalle tonalità sgargianti. Se d’estate trascorrete molto tempo in giardino o sul terrazzo alla sera o ancora quando uscite dopo cena, indossate freschi pantaloni lunghi e magliette a manica lunga, prediligendo i colori chiari come le tonalità pastello.

Utilizzate dei repellenti naturali prima di uscire e lavate la puntura soltanto con acqua e sapone quando diventate un bersaglio degli insetti. Dopo applicate una pomata antiprurito per evitare di grattarvi. Grattarsi accresce il rischio di infezioni e aumenta l’irritazione e l’arrossamento.

puntura zanzara bimbaLe donne incinte e i bambini attirano maggiormente le zanzare perché emettono più CO2. L’anidride carbonica viene captata dalle zanzare fino a 50 metri di distanza. Le zanzare sono inoltre molto attratte dal movimento, perché l’odore dell’acido lattico e della CO2 espirata in grandi quantità agisce da magnete. Ragion per cui  è più probabile essere punti dalle zanzare mentre si gioca una partita di pallavolo che mentre si sta sdraiati su una poltrona a leggere. Dal momento che le zanzare trasmettono diverse malattie infettive, è bene cercare di limitare al minimo il rischio di punture. Se siete in dolce attesa, chiedete al vostro medico di indicarvi dei repellenti sicuri o leggete la nostra lista di rimedi ecologici e naturali.

Le zanzare sono molto attratte dai cibi ricchi di proteine e dagli alimenti molto zuccherati. Quando fate delle grigliate in giardino, dunque, è perfettamente normale aspettarvi un nugolo di zanzare che piomba sulla zona come uno squalo attirato dal sangue. Utilizzate candele alla citronella nell’area, adottate un pipistrello piazzando delle bat box sulla facciata di casa e piantate gerani per tenerle lontane. Inoltre è bene non lasciare mai rifiuti organici zuccherini come bucce d’anguria in bella vista. Lo stesso vale per il cibo degli animali domestici. Se nella ciotola del cane o del gatto di casa è rimasto cibo umido non consumato le zanzare e le vespe ne saranno attratte, dunque meglio far spazzolare tutto al cane all’ora dei pasti e poi riporre la ciotola e ripulirla. Non lasciate pozze stagnanti in giardino né secchi della spazzatura o vecchi giocatolli di plastica, terreno ideale per la proliferazione delle zanzare.

tuta antizanzareSecondo Jerry Butler, docente all’Università della Florida, una persona su dieci risulta più attraente per le zanzare. Alcuni composti chimici presenti sulla pelle ed emanati tramite il sudore attirano maggiormente le zanzare, tra questi gli steroidi e il colesterolo. Anche chi produce molti acidi attira maggiormente le zanzare, ad esempio chi genera troppo acido urico.

Al contrario di quanto si pensa, poi, le zanzare hanno bisogno di sangue non per cibarsi  bensì per sviluppare le uova fertili, i maschi infatti non pungono le persone. Questo ovviamente non basterà a renderci più simpatiche le zanzare ma sicuramente ci arrabbieremo di meno, evitando di considerare le loro punture attacchi personali, come spesso facciamo quando ci fanno perdere i lumi attaccandoci a più non posso.

Tra i nuovi repellenti antizanzare, meno aggressivi di quelli a base di DEET e naturali, figurano cerotti a base di tiamina (vitamina B1), repellenti a base di olio di soia e i prodotti a base di olio di eucalipto. Nelle aree infestate dalle zanzare si ricorre ad una tuta impregnata dell’insetticida permetrina, una proteziona totale adottata ad esempio dai militari nella giungla e nelle aree in cui le zanzare sono, con molta più probabilità, veicolo di malattie infettive anche fatali, come il virus del Nilo occidentale.

Fonte: Are you a mosquito magnet? – WebMD
Foto: © Thinkstock

Potrebbe interessarti anche:

metodi efficaci per smettere di fumare

I metodi più efficaci per smettere di fumare una volta per tutte

Vuoi liberarti per sempre dal vizio del fumo? Ecco le migliori strategie, scientificamente provate!

3 commenti

  1. Poche bestemmie, peccato poteva essere bello articolo 31

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.