Home / Videogiochi / Trailer di PES 2014, poco convincente e ancora acerbo

Trailer di PES 2014, poco convincente e ancora acerbo

screenshot pes 2014

Ieri sera all’E3 la Konami ha presentato quello che probabilmente era il video più atteso di questa edizione, ovvero quello sul gameplay di PES 2014. A dir la verità, dopo i proclami dei giorni scorsi, siamo rimasti un po’ delusi. L’eccezionalità questa volta derivava dal fatto che questo nuovo gioco inglobava il nuovo motore grafico, il Fox Engine, che teoricamente sarebbe dovuto essere quello della nuova generazione di console e soprattutto quello in grado di far fare il salto di qualità rispetto a FIFA. Sinceramente lo ritengo un passo indietro.

Probabilmente il gameplay mostrato nel video non è definitivo e va ancora migliorato in molte sue parti, ma mette in mostra tutta la sudditanza nei confronti del titolo EA. Nella versione 2013 la grafica era molto migliore rispetto a FIFA, e probabilmente quello era l’unico punto in cui il titolo Konami eccelleva. Ora invece è allo stesso livello. Per poter avere una fisica ed un movimento più realistici, gli sviluppatori hanno dovuto cedere qualcosa dal punto di vista delle texture, e così ora PES somiglia tantissimo alla versione dell’anno scorso di FIFA.

Inoltre ci sono alcune introduzioni fastidiose come i nomi sulla testa dei calciatori, le freccette direzionali per i passaggi ed i pallini che spuntano dal pallone al momento di calciare una punzione che sono davvero inguardabili e speriamo che non siano presenti nella versione definitiva. Sorvoliamo sul fatto che nel video Neymar militi ancora nel Santos (questo dettaglio si può modificare in un attimo), parliamo invece di quello che c’è di apprezzabile.

Sono migliorate le animazioni, con il pubblico che non è solo una massa informe e confusa ma le persone sono staccate una dall’altra e non sono tutte uguali. I movimenti delle gambe sono più realistici e l’intelligenza artificiale sembra essere migliorata. I difensori infatti non stanno più fermi come delle statuine ma vanno incontro agli avversari, li affrontano utilizzando anche le braccia e sono mediamente più intelligenti, anche se nell’azione del gol del Bayern Monaco mostrata nel video c’è un buco nella difesa del Santos grande quanto una casa, ed il portiere esce a prendere le farfalle.

In definitiva troviamo che gli uomini Konami avrebbero potuto preparare meglio questo video. Dopo aver presentato questa nuova uscita come quella rivoluzionaria, la migliore di tutte e soprattutto quella del sorpasso, alla fine ci si ritrova con una versione uguale a quella del concorrente con pochissime migliorie apportate. La speranza è che sia ancora un work in progress perché, se la versione definitiva fosse questa, crediamo davvero difficile che ci sia un reale picco di vendite. Vi lasciamo al gameplay trailer, giudicatelo voi.

Potrebbe interessarti anche:

football manager 2019

Football Manager 2019: i migliori talenti sotto il milione di euro

Talenti giovani nel calcio ce ne sono tanti, ma quando non c'è un grande budget bisogna affidarsi ai potenziali campioni low-cost.

2 commenti

  1. Io nn capisco ma scusate voi il gioco del calcio come lo volete che dite sempre nn porta nulla di nuovo rispetto a Fifa!!! Scusatemi voi cosa vorreste?? I pattini sul campo così magari è diverso da Fifa? Il calcio quello è e il gioco va costruito come la realtà simulandolo!!! Cosa dovrebbero mettere Babbo Natale con le Nike Mercurial che vola? Il calcio è sempre quello e mica lo si può cambiare solo xchè lo vediamo tutti i giorni?? Loro ripropongono quello che il calcio offre nn c’è niente da aggiungere di nuovo!!! Che Fifa e Pes si assomiglino è normale simulano tutti e due lo stesso sport è logico che ci siano analogie!!! E cmq Pes quest’anno è bellissimo!!!

    • ciao Valerio, grazie per la tua risposta, fa sempre piacere vedere veri appassionati che commentano per difendere il loro gioco preferito. Anch’io sono convinto che PES di quest’anno sia bellissimo, anche se ancora non ci ho giocato da quanto ho visto sembra il migliore mai realizzato. La critica mossa in questo articolo riguarda il primo video mostrato dalla Konami, che per fortuna era un work in progress ed è stato successivamente migliorato, in cui veniva mostrato il gameplay. Qui si criticava il fatto che si dicesse che il gioco era migliorato quando sotto alcuni aspetti tecnici, come l’intelligenza artificiale ad esempio, persino in quei pochi minuti si notavano diverse lacune.
      Inoltre la questione della somiglianza tra giochi, per chi non li tratta solo come un passatempo ma anche come un lavoro, è importante in quanto un occhio allenato sa cogliere differenze importanti. È vero che sono entrambi giochi di calcio, ma se tu avessi provato a giocare a FIFA 13 e a PES 2013 stai sicuro che ti sarebbe sembrato di giocare a due giochi completamente diversi. In quanto a movimenti, grafica, IA ed altre caratteristiche tecniche, i due sono molto più vicini quest’anno che l’anno scorso, e questo per PES non è un male visto che il gameplay di un anno fa lasciava molto a desiderare. Era questo punto che tentavo di sottolineare nell’articolo, tutto qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.