Home / Sport / Calcio / Confederations Cup 2013, i convocati della Nigeria

Confederations Cup 2013, i convocati della Nigeria

nigeria confederations cup

Tra le 8 squadre che disputeranno la Confederations Cup 2013 la Nigeria è probabilmente la più misteriosa. A dir la verità lo è probabilmente anche per il proprio pubblico perché il ct Stephen Keshi ha voluto rimescolare un po’ le carte e convocare giovani con poca esperienza internazionale, e lasciare fuori alcuni dei senatori come l’ex interista Oba Oba Martins, Moses, Obinna e Yobo. Forse perché consapevole di non avere grosse chance nel girone con Spagna e Uruguay, Keshi pensa che queste tre partite possano essere un buon banco di prova per rilanciare la sua squadra verso la conquista del prossimo mondiale.

La Nigeria arriva da un’annata esaltante. È infatti stata l’ultima nazionale ad aggiungersi all’elenco della Confederations Cup visto che la coppa d’Africa è finita lo scorso inverno con la vittoria delle Super Aquile, come sono soprannominati i calciatori nigeriani. La tradizione calcistica di questo Paese è buona ma negli ultimi anni questa nazionale non mostrava più numeri importanti. La vittoria della Coppa d’Africa, contro nazionali del calibro di Ghana e Costa d’Avorio, è stata sorprendente, e la dimostrazione che dopotutto la rosa non è che sia delle migliori la stiamo avendo durante queste qualificazioni al Mondiale dove la Nigeria è prima nel suo girone, ma bisogna sottolineare che deve vedersela con nazionali di scarsa qualità come Malawi, Namibia e Kenya, ed in 4 partite ne ha vinte solo due. Questi i 23 convocati per la Confederations Cup:

Portieri: 23 Chigozie Agbim (Enugu Rangers), 16 Austin Ejide (Hapoel Beer Sheva), 1 Vincent Enyeama (Maccabi Tel Aviv);
Difensori: 5 Efe Ambrose (Celtic), 21 Francis Benjamin (Heartland), 3 Elderson Echiejile (Braga), 6 Azubuike Egwuekwe (Warri Wolves), 12 Solomon Kwambe (Sunshine Stars), 2 Godfrey Oboabona (Sunshine Stars), 22 Kenneth Omeruo (Ado Den Haag);
Centrocampisti: 18 Emeka Eze (Enugu Rangers), 19 Sunday Mba (Enugu Rangers), 10 John Obi Mikel (Chelsea), 13 Fegor Ogude (Valerenga), 4 John Ogu (Academica Coimbra), 17 Ogenyi Onazi (Lazio);
Attaccanti: 9 Joseph Akpala (Werder Brema), 15 Michael Babatunde (Kryvbas), 11 Muhammad Gambo (Kano Pillars), 8 Brown Ideye (Dinamo Kiev), 7 Ahmed Musa (Cska Mosca), 20 Nnamdi Oduamadi (Varese), 14 Anthony Ujah (Colonia).

I buoni calciatori di certo non mancano, nonostante le assenze eccellenti. Uno dei più apprezzati è il portiere Enyeama che è anche il capitano, ma non dimentichiamo Ambrose del Celtic, Obi Mikel del Chelsea,  o i “nostri” Onazi e Oduamadi, rispettivamente centrocampista della Lazio e centravanti del Varese ma di proprietà del Milan. Forse con tutti gli effettivi a disposizione la Nigeria si sarebbe potuta dimostrare la spina nel fianco dell’Uruguay e contenderle la qualificazione, ma con l’introduzione di troppi giovani inesperti, molti dei quali non hanno mai vestito la maglia verde della loro nazionale, sarà difficile avere la meglio sulla nazionale di Cavani. L’esordio della Nigeria sarà il 17 giugno contro Thaiti.

Foto: Nigeria su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

ranking uefa

Ranking UEFA 2017: l’Italia punta al secondo posto

Il ranking UEFA aggiornato alla fine del 2017 sorride all'Italia, mai così in alto da 10 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.