Home / Sport / Calcio / Qualificazione Mondiali 2014, la situazione dopo 6 giornate

Qualificazione Mondiali 2014, la situazione dopo 6 giornate

andrea pirlo nazionale italiana

Con il pareggio immeritato contro la Repubblica Ceca, l’Italia ha messo un piede già nel prossimo Mondiale di Brasile 2014. Gli azzurri infatti hanno ottenuto un punto fondamentale che li fa stare a +4 sulla seconda in classifica (la Bulgaria) e a +5 dalla terza (Repubblica Ceca). Con 3 partite su 4 da disputare in casa, dovremmo commettere un vero e proprio suicidio calcistico per non qualificarci. Questa la situazione negli altri gironi europei ed extra europei.

EUROPA

Girone 1: con la vittoria sulla Serbia, il Belgio compie un grosso passo in avanti in classifica. Deve ringraziare la Scozia che batte la Croazia e permette così ai gialloneri di piazzarsi al primo posto del girone a +3 proprio dai croati con soltanto 3 giornate al termine. Con questa sconfitta la Serbia (terza) è matematicamente eliminata.

Girone 2: nel girone dell’Italia, come detto, gli azzurri sono primi a +4 dalla Bulgaria. La lotta ora si sposta nei bassifondi dove i bulgari ed i cechi sono distaccati solo da un punto. Più lontana invece la Danimarca a -4 dal secondo posto che manda ai play-offs. Da segnalare la prima storica vittoria di Malta in una partita di qualificazione ai Mondiali.

Girone 3: in questo girone la Germania è solidamente prima a +8 dalle inseguitrici, mentre l’Austria, battendo la Svezia, si porta al secondo posto a pari punti proprio con gli svedesi e l’Irlanda, ma è in vantaggio nella classifica avulsa.

Girone 4: questo girone ieri riposava e vede prima l’Olanda a +7 sull’Ungheria seconda. Un punto sotto c’è la Romania mentre una piccolissima speranza di rientrare nei giochi ce l’ha la Turchia che però con una sconfitta verrebbe eliminata.

Girone 5: l’Islanda brucia l’opportunità di balzare in testa al girone perdendo contro la Slovenia che torna in corsa. Inutile invece il pareggio tra Albania e Norvegia. I risultati favoriscono così la Svizzera che attualmente è in testa al girone con un punto in più ed una partita in meno della seconda Albania.

Girone 6: il Portogallo batte la Russia e si riprende il primo posto nel girone a +2 proprio dai russi, i quali però devono recuperare ben 2 partite e quindi tutto può ancora accadere. L’Azerbaijan getta alle ortiche l’ultima opportunità di rientrare in corsa pareggiando contro Lussemburgo e così l’unica outsider rimane Israele a -3 e con una partita in meno dei portoghesi.

Girone 7: la Lituania si fa eliminare definitivamente perdendo contro la Grecia che a sua volta supera la Slovacchia fermata sul pari dal Liechtenstein. La Bosnia invece sotterra di gol la Lituania e si porta a +6, ma con una partita in più, sulla Grecia.

Girone 8: Montenegro getta alle ortiche la possibilità di staccare l’Inghilterra, che riposava, perdendo con un sonoro 0-4 contro l’Ucraina. La situazione del girone ora è molto aperta con Montenegro primo a +2 dagli inglesi che però hanno una partita in meno, ma possono rientrare in corsa anche Ucraina e Polonia staccati di poco.

Girone 9: questo girone riposava e vede la Spagna prima a +1 dalla Francia, molto più staccata la Finlandia che ha poche speranze di rientrare in gioco.

SUDAMERICA

L’Argentina, forte del vantaggio sulle inseguitrici, si permette di pareggiare in casa contro l’unica avversaria temibile del girone, la Colombia, che rimane al secondo posto a -5 da Messi e compagni, ma con una partita in meno. Stessa situazione per l’Ecuador che perde a sorpresa in Peru e permette agli avversari di ritornare in corsa. Vidal regala la vittoria al Cile che mantiene il quarto posto nel girone e di fatto elimina definitivamente il Paraguay. Il quinto posto che manda agli spareggi è disputato da Venezuela e Peru, con i primi in vantaggio visti i due punti in più, anche se i peruviani devono recuperare una partita.

NORDAMERICA

Gli Stati Uniti si rilanciano battendo la Giamaica e raggiungono a 7 punti il Messico che ha una partita in più ed in questa giornata si fa fermare 0-0 da Panama. Bene Costa Rica che batte Honduras e si conferma primo. Costa Rica, Stati Uniti e Messico attualmente sarebbero qualificate e allo spareggio andrebbe Panama, ma quest’ultima ha una partita in meno dei messicani e potrebbe clamorosamente superarli.

ASIA

Nel girone asiatico è già qualificato al Mondiale solo il Giappone. Con una vittoria si potrebbe qualificare clamorosamente anche Oman, mandando l’Australia agli spareggi con la terza classificata dell’altro girone che attualmente è l’Iran. Qui però la qualificazione è aperta visto che Corea del Sud, Uzbekistan ed Iran sono racchiuse tutte in un solo punto.

AFRICA

Solo due partite si sono disputate in questi giorni. Il Ghana ha avuto la meglio sul Sudan e Libia e Congo hanno chiuso la partita a reti bianche. Alla fine del girone d’andata le qualificate al prossimo turno sarebbero Etiopia, Tunisia, Costa d’Avorio, Ghana, Congo, Nigeria, Egitto, Algeria, Camerun e Senegal.

OCEANIA

Qui il girone è già terminato ed ha vinto la Nuova Zelanda che si giocherà l’accesso al Mondiale con la quarta classificata del girone nordamericano.

Foto: Italia su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

ranking uefa

Ranking UEFA 2017: l’Italia punta al secondo posto

Il ranking UEFA aggiornato alla fine del 2017 sorride all'Italia, mai così in alto da 10 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.