Home / Ambiente / Clima / Aumento della CO2 e fertilizzazione, regioni aride sempre più verdi

Aumento della CO2 e fertilizzazione, regioni aride sempre più verdi

CO2 fertilizzazione

Dal 1982 al 2010 si è verificato un aumento della vegetazione in tutto il mondo, attribuito dagli scienziati, almeno in parte, all’incremento dei livelli di CO2 nell’atmosfera. Un recente studio condotto da ricercatori australiani ha appurato la relazione tra l’aumento della CO2 atmosferica e l’incremento del verde nelle regioni più aride del mondo.

L’analisi si è concentrata sull’angolo Sud-occidentale del Nord America, l’entroterra australiano, il Medio Oriente, e alcune aree dell’Africa. Randall Donohue, afferente alla Commonwealth Scientific and Industrial Research Organization di Canberra, in Australia, ha creato, insieme ai suoi colleghi, un modello matematico per prevedere l’entità dell’effetto di fertilizzazione dell’anidride carbonica. Gli scienziati hanno poi integrato queste previsioni con i dati sull’incremento della vegetazione provenienti dalle immagini satellitari e con altri fattori che influenzano la crescita delle piante, quali le precipitazioni, la temperatura atmosferica, la luce naturale ed eventuali cambiamenti nella destinazione d’uso dei suoli.

Nel periodo preso in esame, secondo il modello sviluppato dai ricercatori, il fogliame sarebbe aumentato dal 5 al 10 per cento in corrispondenza di un incremento del 14 per cento nella concentrazione atmosferica di CO2. Le immagini satellitari e l’analisi delle precipitazioni hanno confermato un incremento dell’11 per cento nel fogliame imputabile esclusivamente all’aumento della CO2. Come ha spiegato il professor Donohue:

Molti studi hanno scoperto un aumento di vegetazione in tutto il mondo, e ci sono tante speculazioni sulle cause. Fino ad ora questo fenomeno era stato legato a variabili climatiche abbastanza evidenti, come ad esempio un aumento della temperatura nelle aree in cui normalmente fa freddo o un aumento delle precipitazioni nelle regioni in cui normalmente il clima è secco. Diversi studi hanno indagato sull’effetto della CO2, ma era molto difficile da provare.

 Il team di Donohue ha appurato che negli ambienti caldi e molto secchi l’effetto di fertilizzazione della CO2 è più elevato:

Il tasso alto di CO2 aumenta l’acqua a disposizione delle foglie e le piante, avendo più risorse idriche a disposizione, reagiscono creando un numero maggiore di foglie.

Oltre ad aumentare la vegetazione nelle regioni più aride, l’effetto di fertilizzazione della CO2 potrebbe cambiare i tipi di vegetazione che dominano in queste aree.

Gli alberi stanno nuovamente invadendo le praterie, e questo potrebbe molto probabilmente essere correlato agli effetti della CO2 – ha illustrato Donohue. Gli alberi beneficiano infatti più delle erbe dell’aumento della CO2.

Fonte: Elevated carbon dioxide making arid regions greener – American Geophysical Union
Foto: © Bruce Doran

Potrebbe interessarti anche:

scioglimento ghiacciai

Scioglimento ghiacciai 2015: bene l’Austria, male il Canada

I ghiacciai canadesi corrono un forte pericolo mentre quelli austriaci portano buone notizie.

un commento

  1. Wow, wonderful blog layout! How long have you been blogging for? you made blogging look easy. The overall look of your web site is excellent, as well as the content! ddbdecbccake

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.