Home / Sport / Calcio / La Roma cambia il logo ed i tifosi protestano

La Roma cambia il logo ed i tifosi protestano

roma logo tifosi

Da quando i nuovi dirigenti americani hanno preso in mano le redini della AS Roma hanno sempre avuto in mente un unico progetto: rendere la società un brand internazionale. Un marchio da esportare in tutto il mondo ed in particolar modo in America dove già hanno sperimentato operazioni di marketing simili nel basket e nel baseball. Così ieri sera il presidente James Pallotta ha convocato una conferenza stampa per presentare il nuovo logo. Un secondo dopo su Twitter, Facebook e sul forum dei tifosi giallorossi si è scatenato l’inferno.

Gli autogol sono stati più di uno. Ad una prima occhiata non sembra nulla di nuovo, ci sono la Lupa, simbolo della città, che allatta Romolo e Remo, e sotto di loro la scritta Roma 1927, cioè l’anno di nascita della società, su uno sfondo giallorosso. Sulla carta sono cambiamenti positivi perché il marchio “Roma 1927” è sicuramente più esportabile di quello precedente, ovvero semplicemente “ASR”. Ma ai tifosi non è andato giù. Prima di tutto non è piaciuto perché i tifosi speravano di venire interpellati, ed invece la società ha fatto tutto da sola. E poi perché al 60% dei tifosi interpellati in un sondaggio non piace affatto esteticamente.

Cominciamo dalla lupa, il cui disegno è a grandi linee simile a quello precedente, ma un po’ più elementare. Il contrasto più netto tra i colori non fa più sembrare le macchie scure delle ombre, com’era nel precedente, ma fa sembrare che la lupa abbia una benda sull’occhio. Ma ciò che ha fatto più arrabbiare i tifosi è la scritta. Avrebbero preferito inserire l’acronimo “AS” prima di “Roma”, per distinguere la società dalla città (che si sa è composta anche da laziali), e poi l’inserimento dell’anno di fondazione della società fa sembrare come se sia la città ad essere stata fondata un secolo fa, e non la squadra.

E poi ci sono i risentimenti personali e campanilistici. Ad esempio da tempo c’è la rivalità tra laziali e romanisti su quale sia la società che è nata prima. Ufficializzando la nascita nel 1927, in pratica gli americani stanno ammettendo che la Lazio sia nata prima (nel 1900), facendola diventare la prima squadra della Capitale. E poi cosa si può dire alle decine di tifosi sfegatati che si sono tatuati il vecchio logo sulla pelle? Come se non bastasse sulle bancarelle intorno allo Stadio Olimpico e nel resto della città le magliette false sono commercializzate con un logo molto simile a quello nuovo. Sembra quasi che sia il marchio ufficiale a doversi adeguare. Ma ormai è fatta e si spera solo che almeno la risposta del merchandising sia diversa da quella dei tifosi.

Foto: AS Roma su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

ranking uefa

Ranking UEFA 2017: l’Italia punta al secondo posto

Il ranking UEFA aggiornato alla fine del 2017 sorride all'Italia, mai così in alto da 10 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.