Home / Sport / Calcio / Ranking Uefa 2013/2014, l’Italia mantiene il quarto posto

Ranking Uefa 2013/2014, l’Italia mantiene il quarto posto

ranking italia 2013/2014

La stagione calcistica è ormai terminata ed è arrivato il momento di tirare le somme anche dal punto di vista europeo. La vittoria del Chelsea nella finale di Europa League è stata da un lato positiva per l’Italia in quanto le permette di mantenere il quarto posto, visto che il Portogallo era vicinissimo a noi e con la vittoria del Benfica ci avrebbe potuto superare; ma dall’altro è anche un po’ negativa visto che mantiene l’Inghilterra ancora lontana e quindi il terzo posto, che ci dà una squadra in più in Europa, rimane ancora una chimera.

Manca la finale di Champions League, ma essendoci due tedesche i calcoli sono semplici da fare visto che i punti alla Germania vanno ugualmente. Dunque come sarà il ranking Uefa del 2013/2014? In sostanza molto simile a quello di quest’anno. Ci permetterà di schierare in Europa 6 squadre (3 in Champions e 3 in Europa League), dandoci qualche punto in più di distacco sulle inseguitrici e permettendoci anche il sorpasso al quarto posto al Portogallo dopo che per tutto l’anno i lusitani ci hanno preceduto di poche frazioni di punto.

I primi tre posti invece sono sempre più consolidati. La Spagna è praticamente irraggiungibile con i suoi 74,713 punti; Inghilterra e Germania sono molto vicine ma ancora la Premier League ha la meglio sulla Bundesliga, seppur di poco. Ciò che conta è che il distacco tra il terzo ed il quarto posto è sempre più ampio e per noi sarà quasi impossibile colmarlo visto che nelle ultime 5 stagioni i tedeschi hanno sempre fatto meglio di noi. Per come stanno ora le cose ci vorranno almeno tre grandi stagioni per avvicinarci.

A seguire, dietro Italia e Portogallo, sono più staccate Francia, Olanda, Russia e Ucraina che come noi potranno schierare 6 squadre. Cinque invece spetteranno a Belgio, Turchia, Grecia, Svizzera e Austria, e poi via via tutte le altre. La prossima stagione è molto delicata perché per l’ultimo anno sul nostro ranking peserà ancora l’anno del triplete, quella stagione 2009/2010 in cui l’Italia mise a segno 15,428 punti, quasi in linea con le prime della classe. Dall’anno prossimo scalerà e quindi, se nella prossima stagione non riusciremo almeno ad eguagliarlo, saranno dolori perché dietro Portogallo e Francia spingono e davanti a noi le prime tre scappano sempre di più.

Potrebbe interessarti anche:

ranking uefa

Ranking UEFA 2017: l’Italia punta al secondo posto

Il ranking UEFA aggiornato alla fine del 2017 sorride all'Italia, mai così in alto da 10 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.