Home / Sport / Tennis, giornata negativa per gli azzurri, fuori 4 su 5

Tennis, giornata negativa per gli azzurri, fuori 4 su 5

tennis, internazionali d'italia seconda giornata

Anche ieri l’Italia ha perso i pezzi, ma non poteva essere diversamente visti gli incroci pericolosi che ci siamo trovati di fronte. La montagna insormontabile portava il nome di Roger Federer che, non sarà più quello di qualche anno fa, ma è sempre uno dei talenti più cristallini del tennis mondiale. E lo ha dimostrato completamente sul campo Centrale di ieri agli Internazionali d’Italia quando ha fatto un sol boccone del nostro Potito Starace.

Il tennista campano si portava dietro dei guai fisici da molto tempo, ma nonostante questo era riuscito il giorno precedente ad eliminare Stepanek. Il miracolo però non è riuscito con lo svizzero che lo ha liquidato in meno di un’ora in una partita che non è mai stata in discussione. Un minimo di speranza c’era sugli altri nostri atleti, ma è andata male quasi con tutti.

La delusione è stata Volandri che contro Gilles Simon parte male perdendo il primo set, recupera con un grande secondo set vinto 6-2, ma poi cede, prima psicologicamente e poi nel risultato, nel finale del terzo set, regalandolo di fatto all’avversario. Delusione anche tra le donne dove la Knapp e soprattuto la Pennetta escono al primo turno. La Knapp se la gioca con la McHale, ma alla lunga l’inesperienza vien fuori e la porta ad un’eliminazione “costruttiva”. Chi invece era matura era la Pennetta che però non aveva ancora smaltito i guai fisici pregressi. E si è visto. Contro la più giovane americana Stephens la freschezza atletica ha avuto la meglio sull’esperienza, e così la nostra brindisina torna a casa con un 6-3 6-3.

Bene invece Roberta Vinci, l’unica azzurra che ieri ci ha strappato un sorriso. Anche se con una certa fatica (basti vedere il timer: quasi 3 ore!) ha avuto la meglio sulla russa Vesnina con risultati che dimostrano che nessuno voleva mollare 6-7/7-5/6-4, ed alla fine, come spesso accade in questi casi, a far vincere è la testa più che il fisico, dato che la russa ha continui alti e bassi mentre la Vinci è costante ed alla lunga ha la meglio.

Il tabellone, come per gli uomini, è inclemente anche per le donne, e così la nostra unica vincitrice di ieri si ritroverà domani a giocare un derby con la Burnett, mentre la Errani dovrà vedersela proprio con la McHale che ha eliminato la Knapp. Tra gli uomini invece oggi è il turno, probabilmente l’ultimo, di Fognini che dovrà vedersela con Nadal. Tutto facile invece per i big con Djokovic, Del Poltro e Serena Williams che si sono sbarazzati facilmente dei rispettivi avversari.

Foto: Starace su Facebook

Questo articolo ti è stato utile? Condividilo per aiutarci a scriverne altri, grazie!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Potrebbe interessarti anche:

armin zoeggeler

Olimpiadi invernali, Zoeggeler fa il record: 6 medaglie in 6 edizioni

Argento anche per Innerhofer.

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.