Home / Ambiente / Vivere a basso impatto / Benefici ambientali ed economici del telelavoro, dalla riduzione delle emissioni all’incremento della produttività

Benefici ambientali ed economici del telelavoro, dalla riduzione delle emissioni all’incremento della produttività

benefici ambientale economici telelavoro

Il telelavoro permette un incremento della produttività, una riduzione dello stress, un decremento delle emissioni di gas serra legate allo spostamento casa-lavoro, costi inferiori per le aziende dovuti alle minori assenze per malattia e ad un numero inferiore di permessi. Un recente studio effettuato dalla compagnia tecnologica Cisco ha confermato che gli impiegati che lavoravano da casa almeno due giorni alla settimana risultavano più produttivi ed efficienti che non nelle ore lavorative trascorse in ufficio, con un risparmio annuale per l’azienda di 277 milioni di dollari e un risparmio di emissioni di 47.320 tonnellate cubiche di gas serra.

Sicuramente, nell’ambito del miglioramento della qualità dell’aria in città e della riduzione delle emissioni che aggravano il riscaldamento globale, il lavoro da casa garantisce enormi vantaggi e benefici. Migliorare la qualità dell’aria significa anche tagliare i costi della spesa sanitaria legati alle malattie allergiche e respiratorie. I benefici ambientali del telelavoro sono ovviamente più marcati se si incoraggia il lavoro remoto in città congestionate dal traffico e laddove i pendolari percorrono ogni mattina decine di chilometri in auto.

vantaggi ambientali lavorare da casaTuttavia ci sono infinite variabili da considerare quando si parla del risparmio di emissioni assicurato dal telelavoro e per questo è difficile fare una stima. Come già ricordato, bisogna tenere conto di quale mezzo usava il lavoratore per recarsi sul posto di lavoro, del carburante utilizzato, della distanza percorsa ogni giorno. Chi usufruisce del car pooling per andare al lavoro o va a piedi o ancora usa la bici e vive vicino al luogo di lavoro sicuramente non ha già un grosso impatto ambientale, malgrado non lavori da casa.

Non dimentichiamo, inoltre, che mentre in ufficio si usufruisce del riscaldamento comune e di fax e stampanti a disposizione di più persone, così come di luci che illuminano una stanza con più persone, a casa spesso si riscalda un’intera casa e ci si dota di fax e stampanti a disposizione di una singola persona.

Non per tutti poi il telelavoro è la soluzione ideale. A casa molte persone non riescono ad autogestirsi e ad evitare di farsi distrarre da altri impegni personali e familiari. L’ideale sarebbe incoraggiare il telelavoro, anche pochi giorni alla settimana, per incrementare la produttività, ridurre la tensione e i tempi morti che demotivano in ufficio e decongestionare il traffico. Nello stesso tempo chi va a lavorare in ufficio dovrebbe optare per i mezzi pubblici, la bici e il car-pooling per ridurre le emissioni degli spostamenti casa-lavoro. Un obiettivo che va sostenuto attivamente dalle aziende per ridurre lo stress dei pendolari, accentuato dalla congestione del traffico con cui si ritrovano a fare i conti ogni mattina da soli in auto.

Fonti: Environmental benefits of telecommuting are not universal – Washington Post, Green Lantern; Telecommuting and Emissions Reductions: Evaluating Results from the ecommute Program – Rff.org; Cisco Study Finds Telecommuting Significantly Increases Employee Productivity, Work-Life Flexibility and Job Satisfaction – Cisco
Foto: © Thinkstock

Potrebbe interessarti anche:

smartbike

Smartbike: il futuro della bicicletta è Volata?

Arriva la smartbike: un po' bici a pedalata assistita, un po' smartwatch e un po' intrattenimento da auto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.