Home / Ambiente / Natura / Benefici del verde urbano, gli alberi delle città americane valgono 1,5 miliardi di dollari

Benefici del verde urbano, gli alberi delle città americane valgono 1,5 miliardi di dollari

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

benefici verde urbano

Un patrimonio economico e naturale inestimabile quello forestale, ancor più nei Paesi maggiormente industrializzati ed inquinati, dove è necessario ridurre l’impatto ambientale e sanitario delle emissioni antropiche con soluzioni a basso costo e non invasive. In particolare nelle città il verde urbano garantisce immensi benefici: primo tra tutti purificare l’aria, raffreddando il clima e contrastando attivamente l’effetto isola di calore causato dalle emissioni del traffico e del riscaldamento degli edifici pubblici e residenziali.

Pensate che negli USA gli alberi che affondano le loro radici nello spazio urbano valgono qualcosa come 1,5 miliardi di dollari. Secondo un recente studio curato dallo US Forest Service, infatti, tutti gli alberi presenti nei parchi urbani e lungo le passeggiate delle città americane riescono ad immagazzinare 21 milioni di tonnellate di carbonio ogni anno, garantendo 1,5 miliardi di dollari in benefici economici.

parco san franciscoCome ha sottolineato Tom Tidwell, a capo dello US Forest Service, con la progressiva deforestazione nelle aree rurali e la crescente urbanizzazione, gli alberi delle città stanno diventando un pilastro sempre più importante per il benessere ambientale e la salute pubblica delle comunità urbane:

Lo stoccaggio del carbonio è solo uno dei molti vantaggi offerti dagli alberi in America. Spero che questo studio incoraggi la gente a guardare gli alberi del loro quartiere in modo diverso, e ad iniziare a pensare ai modi in cui possono aiutare a curare i boschi urbani.

La ricerca, pubblicata sulla rivista Environmental Pollution, ha analizzato la quantità di carbonio stoccata dagli alberi urbani nelle città dei diversi Stati americani, dal Central Park di New York al Golden Gate Park di San Francisco. In cima alla classifica troviamo il Texas con 49,8 milioni di tonnellate di CO2 immagazzinata, seguito dalla Florida a quota 47,3 milioni di tonnellate, dalla Georgia con 42.4 milioni di tonnellate, dal Massachusetts, con 39,6 milioni di tonnellate e dal Nord Carolina con 37,5 milioni di tonnellate. In tutto il territorio statunitense gli alberi, urbani e non, assorbono 22,7 miliardi di tonnellate di carbonio.

La cattiva notizia è che il tasso maggiore di urbanizzazione non corrisponde ad un aumento del verde urbano. A livello nazionale, infatti, la copertura forestale urbana è in declino ad un tasso di circa 20.000 ettari annuali, pari a circa 4 milioni di alberi in meno all’anno.

Fonti: US urban trees store carbon, provide billions in economic value – USDA Forest Service – Northern Research Station; Carbon storage and sequestration by trees in urban and community areas of the United States – Environmental Pollution
Foto: © Thinkstock

comments