Home / Sport / Calcio / Serie A, tutti i posti da assegnare nelle ultime 3 giornate

Serie A, tutti i posti da assegnare nelle ultime 3 giornate

serie a balotelli

Questa sera si ritorna in campo per la terz’ultima giornata della Serie A. Il momento è delicato perché, anche se lo scudetto è già assegnato, ci sono ancora molti altri posti da decidere. In particolare ancora in ballo ci sono la seconda posizione, l’accesso alla Champions League dal terzo posto, quello all’Europa League ed anche due retrocessioni. Insomma, questo campionato ha ancora molto da dire.

Ma cominciamo dalle posizioni di vertice. Il secondo posto sembra cosa fatta per il Napoli a cui basta una vittoria (o anche una sconfitta se il Milan non dovesse vincere) per qualificarsi alla Champions League matematicamente e senza passare dai preliminari. I partenopei domani sera affronteranno un Bologna già salvo e con la testa già alle vacanze, e già tra 24 ore quindi potrebbe partire la festa.

Molto più accesa è invece la sfida per il terzo posto. I risultati dell’ultimo week-end hanno favorito il Milan che ora ha 4 punti di distacco dalla Fiorentina. Ma tutto può ancora succedere. Per raggiungere i preliminari di Champions al Milan servono due vittorie, o almeno una vittoria con una sconfitta dei viola. Il cammino dei rossoneri non è semplice però. Dando per scontata la vittoria contro il Pescara che è già retrocesso, poi ci saranno da affrontare Roma e Siena che hanno ancora gli obiettivi a disposizione. Discorso simile per i viola che dovranno affrontare due squadre in lotta per non retrocedere come Siena e Palermo, e solo all’ultima giornata c’è un turno semplice contro il Pescara. La sfida più delicata però è quella di domani perché perdere punti nel derby significherebbe dire addio al sogno terzo posto.

In caso di sconfitta inoltre la Fiorentina potrebbe essere risucchiata nel gorgo delle squadre in lotta per l’Europa League. Per due posti (uno andrà sicuramente o alla Roma o alla Lazio) ci sono infatti 5 squadre. Quella messa peggio è sicuramente l’Inter che perde pezzi ad ogni partita, non ha quasi più nessun titolare a disposizione, ed è a -4 dal sesto posto. Inoltre la squadra di Stramaccioni affronterà 3 squadre molto più in forma di lei e che hanno obiettivi a tiro come Lazio, Udinese e Genoa, quindi probabilmente l’Inter è la candidata principale a rimanere fuori dall’Europa. Detto già della Fiorentina che sembra avere un posto certo nella prossima Euroleague, rimangono 3 squadre a giocarsela per l’ultimo posto.

Qui va fatto un discorso un po’ più ampio. La vincitrice della Coppa Italia (una delle romane) va direttamente in Europa League, l’altra ci va solo se arriva almeno al sesto posto. La classifica ora dice Roma 58, Udinese 57, Lazio 55, quindi se il campionato dovesse finire così la Roma andrebbe in Europa League e la Lazio potrebbe andarci solo se vincesse la finale di Coppa Italia, altrimenti ci andrebbe l’Udinese. Il cammino dei giallorossi è sulla carta più difficile, ovvero prima una partita piuttosto semplice contro il Chievo, ma poi Milan e Napoli. Queste ultime due però potrebbero già avere raggiunto il loro obiettivo quando incontreranno la squadra di Andreazzoli, quindi qualche punto potrebbero lasciarlo sul campo. La gara tra le altre due si deciderà probabilmente domani sera. L’Udinese infatti andrà sul difficile campo di Palermo, la Lazio su quello di Milano contro l’Inter. Siccome le prossime due partite sono piuttosto facili per entrambe (Atalanta e Inter già probabilmente fuori da tutto per i friulani, Samp e Cagliari per i biancocelesti), probabilmente il sesto posto sarà deciso in questa giornata. Certo, se la Lazio dovesse vincere la finale di coppa ogni calcolo sarebbe superfluo.

Per quanto riguarda la zona retrocessione invece abbiamo una situazione del tutto inaspettata. Alle tre che rischiavano si aggiunge, almeno per la matematica, una quarta squadra: il Torino. I granata sembravano ormai salvi, ma la serie negativa che li ha colpiti li fa stare ora a soli 4 punti di distacco dalla zona retrocessione. La situazione più tragica ce l’ha il Siena a -5 dal quart’ultimo posto. I toscani domani hanno il derby e, in caso di sconfitta, potrebbero salutare definitivamente la Serie A, rendendo inutili le ultime due partite contro avversari tosti come Napoli e Milan. La vera sfida però è tra Palermo e Genoa, distanziate di 3 punti. I siciliani incontreranno due clienti scomodi come Udinese e Fiorentina nelle prossime due giornate, mentre la vittoria-salvezza, se ci sarà ancora la possibilità, potrebbe arrivare all’ultima giornata contro un Parma già salvo. Più semplice invece è il cammino dei liguri che domani incontreranno il Torino, ma un pareggio potrebbe andar bene ad entrambe, in particolare se il Palermo non dovesse vincere. Dopodiché dovranno trovare i punti salvezza contro l’Inter che potrebbe ormai non avere più obiettivi e nell’ultima giornata contro il Bologna già salvo.

Potrebbe interessarti anche:

mondiali 2018

Mondiale 2018: tutte le qualificate e le fasce per il sorteggio

Tutte le fasce sono complete: ecco come si comporranno i gironi del Mondiale di Russia 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.