Home / Animali / Gatti / Quanti pasti deve fare un gatto al giorno?

Quanti pasti deve fare un gatto al giorno?

quanti pasti deve fare il gatto al giorno

Cari amici di M’informo Animali, abbiamo già parlato di quale sia il cibo migliore per il nostro gatto, se il secco o l’umido, in base all’età, ai suoi gusti e alle esigenze di salute specifiche. Oggi affrontiamo un altro nodo cruciale per una corretta alimentazione del nostro gatto: il numero dei pasti giornalieri. Quando adottiamo un micio dobbiamo chiederci, sin da subito, quanti pasti deve fare un gatto al giorno. I micini devono avere a disposizione, proprio come i cuccioli di cane, un’adeguata quantità di cibo perché in questa fase cruciale del loro sviluppo hanno bisogno di tante calorie. Un gattino, dopo lo svezzamento e fino ai sei mesi di età, può aver bisogno anche di tre pasti al giorno.

pasti gattoSecondo il dottor James Law, docente al Cornell University College of Veterinary Medicine, dai sei mesi e fino all’età adulta la maggior parte dei gatti può essere nutrita in modo sano e completo con due pasti al giorno. Quando il gatto raggiunge la maturità, intorno a un anno, si può continuare a nutrirlo due volte al giorno o passare ad un solo pasto al giorno, salvo esigenze specifiche di salute che richiedano un regime alimentare diverso.

Ovviamente il cibo va razionato, vale a dire che prevedere per  il gatto due pasti al giorno non significa che la quantità di croccantini o cibo umido vada raddoppiata. La dose giornaliera, stabilita in base al peso, all’età, allo stato riproduttivo, ad eventuali malattie e alle abitudini del gatto, deve rimanere invariata, semplicemente verrà erogata in due pasti.

Per assicurarvi che il gatto non mangi troppo e che riceva la sua pappa ad orari prestabiliti, in modo da regolarizzarne il metabolismo, può essere utile dargli da mangiare alla sera e/o al mattino presto, un orario facile da osservare a dispetto dei nostri impegni, o acquistare un dispenser automatico di cibo. I gatti che soffrono di diabete hanno esigenze alimentari particolari, parlate con il veterinario per capire cosa, quando e quanto dargli da mangiare in base alla somministrazione di insulina. Alcune malattie possono incidere sull’appetito del gatto. I gatti che soffrono di ipertiroidismo, ad esempio, hanno sempre fame. La malattia va dunque curata per poter alimentare il gatto in modo normale.

Fonte: How Often Should You Feed Your Cat? – Vet Cornell Edu
Foto: © Thinkstock

Potrebbe interessarti anche:

colori vomito nel gatto

Giallo, verde, rosso, chiaro o rosa: i colori del vomito del gatto spiegati

In questo post vedremo i significati dei vari colori del vomito del gatto: giallo, verde, rosso, rosa o chiaro, per imparare a individuare le cause.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.