Home / Animali / Cani / Ipersalivazione nel cane, cause e rimedi naturali

Ipersalivazione nel cane, cause e rimedi naturali

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

cane ipersalivazione

L’ipersalivazione nel cane, nota anche come ptialismo o scialorrea, è un disturbo che causa una salivazione eccessiva. Come è facile immaginare, in particolar modo se avete un cane molto grande, la salivazione eccessiva può essere fonte di disagio. Inoltre potrebbe nascondere delle malattie e dei problemi di salute più gravi, due buone ragioni per cercare di capire da cosa dipende.

Iniziamo con alcune precisazioni d’obbligo: l’ipersalivazione, a volte, quando non dura molto e non è accompagnata da altri sintomi, è un fenomeno assolutamente normale. Il cane, infatti, può produrre più saliva quando fiuta odori molto invitanti e appetitosi, quando è eccitato o ancora quando c’è molta umidità nell’aria. Inoltre ci sono alcune razze, tra cui l’Alano, che producono molta saliva per via della particolare conformazione della bocca e delle labbra.

In altri casi, invece, l’ipersalivazione può essere scatenata da una malattia. Tra le cause dell’ipersalivazione nel cane figurano:

  • La stomatite, un’infiammazione che colpisce delle mucose orali, le membrane che rivestono l’interno della bocca del cane.
  • La gengivite, un’infiammazione che interessa le gengiva.
  • Malattie dentali.
  • Traumi, ulcere e lesioni ai danni del cavo orale o della lingua.
  • Punture di insetti o contatto con sostanze chimiche tossiche e aggressive.
  • Tumori o presenza di corpi estranei nel cavo orale, nell’esofago.
  • Nausea.
  • Malattie metaboliche.
  • Disfunzioni che interessano il sistema nervoso e che impediscono una corretta deglutizione e salivazione.

cane sbavaSpesso quando la produzione eccessiva di saliva è generata da altre malattie e disturbi sottostanti si verificano anche altri sintomi. Dobbiamo preoccuparci se notiamo nel cavo orale del nostro cane rigonfiamenti e masse anomale, se la salivazione eccessiva è accompagnata da alito pesante e cattivo, se il cane non riesce a masticare e deglutire, se sbava da più di due ore ininterrottamente, se si presentano anche letargia, debolezza, vomito e difficoltà respiratorie.

Le cure e i trattamenti per l’ipersalivazione nel cane dipendono ovviamente dalla causa scatenante. Dopo aver visitato il cane e riscontrato la presenza di eventuali altri sintomi, il veterinario effettua una diagnosi e prescrive il rimedio più appropriato a risolvere la causa scatenante. Si va dalla rimozione di eventuali corpi estranei alla pulizia dei denti, da una terapia farmacologica a base di antinfiammatori agli antibiotici in caso di infezioni.

A casa possiamo prevenire gli episodi di ptialismo garantendo al nostro cane un’igiene orale impeccabile e monitorando i sintomi spia di infezioni alla bocca o tumori.

Fonte: Ptyalism (Hypersalivation) in dogs – Petplace
Foto: © Thinkstock

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments