Home / Attualità / Politica / Berlusconi mai più Premier, l’obiettivo è diventare senatore a vita

Berlusconi mai più Premier, l’obiettivo è diventare senatore a vita

berlusconi senatore a vita

Silvio Berlusconi non sarà più Presidente del Consiglio. Non solo in questa legislatura, ma anche in futuro. Lo ha ammesso lui stesso in un’intervista pubblicata questa mattina su Fox News, in cui il leader del PDL, nonostante la campagna elettorale col suo nome sul simbolo, ha ammesso che è arrivato il momento di cedere il passo. Berlusconi vuol dare soltanto il suo contributo per tentare di far uscire il Paese dalla crisi economica, dando le sue “ricette”, ovvero i famosi 8 punti che Alfano ha presentato ad Enrico Letta nei giorni scorsi per partecipare al Governo di coalizione.

Dopotutto il sospetto circolava da tempo. Da quando cioè gli alleati leghisti avevano accettato di appoggiare il PDL soltanto nel caso in cui il Premier non fosse stato ancora Berlusconi, e lui stesso aveva ammesso che, in caso di vittoria delle elezioni, avrebbe fatto il Ministro dell’Economia. Dunque se non farà più il Premier, il Cavaliere si ritirerà dalla politica?

A quanto pare ad andare in pensione non ci pensa affatto. Secondo molti osservatori ed esperti di politica italiana, l’obiettivo che si prefigge oggi Berlusconi è un altro: un posto da senatore a vita. La proposta circola da tempo in quanto ritiene di essere meritevole di quel posto per i suoi successi imprenditoriali (come accaduto ad esempio a Pininfarina o ad Agnelli). Il motivo reale, secondo i suoi avversari politici, sarebbe per evitare i processi.

Nei prossimi mesi infatti saranno attese le sentenze per i processi Ruby, De Girolamo e tutti gli altri in cui l’ex Premier è imputato, e secondo molti giuristi c’è un forte rischio di una condanna. Ed in caso di condanna definitiva ci sarebbe la preclusione dai pubblici uffici, compreso quindi anche lo status di parlamentare. In questo caso, appena terminata una legislatura, Berlusconi rischierebbe persino il carcere, o al massimo i domiciliari, rendendogli impossibile ricoprire altre cariche di Governo. Per questo l’obiettivo è sperare che Napolitano (da lui fortemente appoggiato nei mesi scorsi) lo nomini senatore a vita, in modo da farlo stare in Parlamento per il resto dei suoi giorni e quindi di fatto cancellando ogni possibilità di condanna visto che, come da tradizione, il Parlamento non voterà mai in favore di un eventuale arresto.

Foto: Berlusconi su Wikipedia

Questo articolo ti è stato utile? Condividilo per aiutarci a scriverne altri, grazie!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Potrebbe interessarti anche:

10 volte meglio simbolo del partito

10 volte meglio: il programma del nuovo gruppo politico

Il programma del nuovo gruppo politico 10 volte meglio, composto da imprenditori, manager e professionisti e guidato da Andrea Dusi.

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments