Home / Sport / Calcio / Calciomercato, da Lewandowski a Falcao, tutti i bomber che cambieranno maglia in estate

Calciomercato, da Lewandowski a Falcao, tutti i bomber che cambieranno maglia in estate

lewandoeski falcao calciomercato attaccanti

Fioccano i milioni per i grandi attaccanti. La prossima estate si muoveranno tantissimi bomber come mai era successo prima, facendo registrare passaggi di denaro da record. Cominciamo con quello che ha di fatto affondato il Real Madrid ieri sera, ovvero Lewandowski. La punta del Borussia Dortmund sarebbe già del Bayern Monaco. Lo ha confermato il suo procuratore in tempi non sospetti, ovvero prima della partita di ieri, quando ha ammesso che i bavaresi erano disposti a pagare l’intera clausola rescissoria del polacco. L’accordo col calciatore c’è già, manca quello con il Borussia nel tentativo di abbassare un po’ le richieste. Se non dovesse arrivare lo sconto, ecco pronti i 28 milioni della clausola proprio come fatto con i 37 per Goetze 24 ore fa.

L’addio di Lewandowski costringe il Borussia Dortmund a tornare sul mercato, e l’obiettivo principale, per il quale sembra sia quasi fatta, è Edin Dzeko, poco utilizzato nel City, il quale proprio in Germania ha fatto vedere le cose migliori. Il suo prezzo la scorsa estate era di 40 milioni, ma quest’anno dovrebbe costarne circa una trentina. L’addio di Dzeko però lascia un buco nella squadra di Mancini che vorrebbe colmarlo con l’arrivo di Cavani. Clausola rescissoria fissata a 63 milioni di euro.

Ma con l’arrivo di Lewandowski e la presenza di una punta scomoda come Mandzukic, certamente da Monaco Mario Gomez farà le valigie. Su di lui ci sarebbe la Fiorentina, ma i viola potrebbero permetterselo solo in caso di cessione di Jovetic. Il montenegrino potrebbe andare alla Juve per circa 25-30 milioni di euro, e così in caso di un suo acquisto i bianconeri mollerebbero Sanchez, che costa più o meno uguale, il quale potrebbe finire all’Inter in cambio di Handanovic, o più probabilmente restare a Barcellona visto che, con la partenza di Dzeko, il City non mollerà Aguero, mentre Neymar vuole aspettare un altro anno per venire a giocare in Europa.

Ma non finisce qui. È notizia di oggi che il Chelsea ha messo le mani su Falcao. Sarebbe questo il regalo che Abramovich fa a Mourinho per convincerlo a tornare a Londra, lasciando Madrid e soprattutto rifiutando il trasferimento al PSG. L’arrivo di Falcao farà quasi certamente muovere un’altra pedina importante, Fernando Torres, che potrebbe essere girato proprio all’Atletico Madrid in cambio di uno sconto sul colombiano.

Le grandi punte non finiscono qui. Un altro attaccante che è in procinto di muoversi è Luis Suarez che, dopo le 10 giornate di squalifica che si è beccato per il morso ad Ivanovic, secondo la stampa britannica darà l’addio definitivo alla Premier League visto che non potrebbe tornare in campo prima di ottobre. Il suo prezzo era alto (sui 40 milioni) ma visto che ne combina una dopo l’altra potrebbe abbassarsi a non più di 30-35. Su di lui c’era il Bayern Monaco, ma in caso di conferma di Lewandowski, sicuramente passerà la mano. A questo punto l’unico ostacolo per la Juve, che lo segue da due anni, è rappresentato dal PSG. Ma è un buon ostacolo visto che se andasse in Francia, libererebbe Ibrahimovic che, come si vocifera in questi giorni, sarebbe molto vicino ai bianconeri.

Non abbiamo parlato di altri due grandi attaccanti come Cristiano Ronaldo e Rooney. Il motivo è che ancora per loro il futuro non è molto chiaro. CR7 ha rifiutato il rinnovo (il contratto è ancora lungo però), ed in caso di addio di Mourinho potrebbe prendere in considerazione l’ipotesi di cambiare aria. Solo che sarà difficile trovargli una sistemazione visto che i grandi club si stanno organizzando diversamente. Per Rooney invece la situazione è opposta: Ferguson spinge per cederlo ma è lui a non volersene andare. Non escludiamo uno scambio tra i due, ma è ancora prematuro per parlarne.

Foto: Lewandowski su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

gironi mondiali 2018

Gironi Mondiali 2018: tutti i gruppi che si affronteranno in Russia

Tutto facile per Russia e Germania, insidiosi i gruppi di Inghilterra, Spagna e Brasile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.