Home / Videogiochi / PES 2014, finalmente si parla di gameplay

PES 2014, finalmente si parla di gameplay

pes 2014 gameplay

Dopo alcune piccole indicazioni su PES 2014, più che altro riguardanti l’introduzione della Champions League asiatica, oggi finalmente si comincia a parlare di calcio giocato. Un po’ come fatto dagli uomini della EA che hanno anticipato le (poche) novità presenti in FIFA 14. La Konami aveva intenzione di creare un prodotto rivoluzionario, ed in effetti l’introduzione presentata oggi sembra esserlo: l’aspetto mentale.

Finora, anche se questo valore era presente nelle statistiche dei calciatori, era probabilmente quello che valeva di meno. Ora invece avrà un peso non indifferente. Secondo le dichiarazioni di Kei Masuda, produttore del gioco, l’idea di base è di permettere anche ai tifosi di piccoli club di poter battere i grandi squadroni giocando con la loro squadra del cuore. Finora infatti entrambi i giochi si erano appiattiti sulle individualità, magari puntando molto sulle capacità tecniche dei grandi campioni che rendevano gli scontri con le piccole squadre troppo facili per i big. Ora invece, ispirandosi ad esempio al 2-1 del Celtic contro il Barcellona, si vuol ripartire da questo aspetto.

Sì ma come? L’idea è di far valere ad esempio il fattore campo, con il pubblico che, tifando per i propri beniamini, dà quella spinta alla squadra che gli consente magari di fare quello scatto in più che ti fa vincere la partita. Oppure un tackle alla disperata che riesce può avere lo stesso effetto sui compagni di squadra, risultando in maggiore aggressività e passaggi più precisi. Insomma, le variabili aumentano a dismisura rendendo il gioco sempre più reale.

Un realismo migliorato dal motore grafico FOX Engine che imprime una vera e propria svolta alla fisica dei giocatori e la portano finalmente in una nuova generazione, abbandonando alcuni retaggi che si trascinavano dai tempi della PS2. E così ecco le nuove caratteristiche:

  • Ball centric control: il baricentro del calciatore stavolta influisce sul controllo del pallone (caratteristica anticipata anche da FIFA 14), che influisce sui movimenti e gli inserimenti, nonché sulla precisione del tiro;
  • Controllo a 360°: diventa utilizzabile al meglio lo spazio verticale facendo sparire i “binari” da sotto i piedi, introducendo anche gli stop sui passaggi alti;
  • Fisicità: la differenza fisica incide non solo sui contrasti ma anche sul posizionamento ad esempio sulle palle alte o sulle trattenute delle maglie.

Secondo i produttori la fluidità del gioco sarà maggiore di quella vista in FIFA, ed anche se non siamo ancora nella next-gen, il motore grafico applicato in PES 2014 risulterà un assaggio di quello che ci aspetta con le prossime console. Le premesse sembrano positive ma aspettiamo le prime immagini per dare qualche valutazione.

Foto: Pesfan su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

destiny 2: i rinnegati

Destiny 2: i Rinnegati, trucchi e guida al Muro dei desideri

Scopri come sbloccare le sottoclassi, i codici del Muro dei Desideri e tanto altro ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.