Energia solare in California potrebbe coprire 5 volte il fabbisogno energetico

di Paola Pagliaro
0 commenti

L’energia solare in California potrebbe coprire fino a 5 volte il fabbisogno energetico dello stato, aiutando gli Stati Uniti a ridurre le emissioni di CO2 generate dalla combustione delle fonti fossili per la produzione di elettricità. A rivelarlo è un recente studio realizzato da un’équipe di ricercatori della Carnegie Institution, pubblicato sulla rivista Nature Climate Change.

Rebecca R. Hernandez, Madison K. Hoffacker e Chris Field hanno analizzato le potenzialità dell’energia solare in California, scoprendo che l’elettricità pulita complessiva generata dagli impianti fotovoltaici già operativi nello stato americano e da quelli che potrebbero essere realizzati nell’immediato futuro potrebbe soddisfare da 1 a 5 volte il fabbisogno energetico californiano.

Come ha illustrato  Rebecca R. Hernandez:

Integrare gli impianti fotovoltaici nell’ambiente urbano e suburbano causa un consumo di suolo minimo e produce un impatto ambientale trascurabile.

Gli esperti spiegano che in California ci sono centinaia di tetti ancora liberi su cui installare impianti fotovoltaici su piccola e media scala, sia di edifici commerciali che residenziali. Il fotovoltaico residenziale ha già raggiunto la grid parity in 50 delle più grandi città degli Stati Uniti.

Secondo gli autori dell’analisi, le grandi centrali fotovoltaiche potrebbero invece essere realizzate su aree di scarso valore ecologico, come i terreni compromessi da attività industriali o agricole intensive, ormai inutilizzabili per altri scopi.

Energia solare in California: il mix ideale per ridurre le emissioni di gas serra

Lo studio ha preso in esame due tipi di tecnologie solari: il fotovoltaico, basato sui pannelli solari, e il solare a concentrazione, tecnologia che usa enormi specchi curvi per concentrare i raggi solari. I ricercatori propongono un mix delle due tecnologie, scegliendo di volta in volta la soluzione più compatibile con il sito scelto per l’installazione dell’impianto. Secondo le stime degli analisti, l’energia solare in California ha ottime prospettive di sviluppo. Dal fotovoltaico potrebbero essere prodotti fino a 15 mila terawattora di energia all’anno, mentre dal solare a concentrazione proverrebbero ulteriori 6 mila terawattora di energia.

In tutto la California ha a disposizione ben 27.286 chilometri quadrati di superficie destinabile agli impianti fotovoltaici e 6.274 chilometri quadrati per costruire centrali solari a concentrazione. Grazie all’energia solare in California la transizione energetica verso le rinnovabili potrebbe avvenire senza intaccare ecosistemi naturali di alto valore. La California potrebbe così conseguire facilmente i suoi ambiziosi obiettivi di riduzione delle emissioni. Lo stato americano mira a coprire una fetta del 33% di produzione elettrica da fonti rinnovabili entro il 2020 e a ridurre le emissioni di gas serra dell’80% rispetto ai livelli del 1990 entro il 2050.

Photo Credits: Rebecca R. Hernandez

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento