Home / Videogiochi / Assassin’s Creed potrebbe diventare un picchiaduro

Assassin’s Creed potrebbe diventare un picchiaduro

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

assassin's creed picchiaduro

Tutti conosciamo la saga di Assassin’s Creed e la sua trama così coinvolgente. Visto il successo la Ubisoft ha avuto diverse idee come uno spin-off per dispositivi portatili in cui l’assassino è un’inedita ragazza. Ma un cambio di rotta così radicale non ce lo aspettavamo proprio. Stiamo parlando di Assassin’s Creed Duel, una versione picchiaduro di uno degli action game più famosi del mondo videoludico.

Dopotutto se anche Superman, Batman e gli altri supereroi sono entrati in questa categoria di videogiochi, perché non possono farlo i vari personaggi della serie di Assassin’s Creed? E allora ecco che l’idea la mostra Benoit Perreault che ha lavorato al progetto della saga fino all’anno scorso in qualità di designer. Perreault ha lasciato trapelare ad arte alcune immagini in rete di quello che, a suo dire e senza aver ricevuto conferme da parte di Ubisoft, dovrebbe essere un gioco che arriverà presto sia sui dispositivi portatili che sulle console domestiche, ma verrebbe distribuito solo in digitale attraverso Xbox Live e PlayStation Network.

Il gioco non sarebbe nulla di più né di meno di un classico picchiaduro. A scontrarsi sarebbero tutti i principali personaggi della saga, da Altair ad Ezio (in versione giovane e vecchio), passando per Roberto di Sable, Lucy Stillman, Caterina Sforza, il cavaliere Templare e persino il medico. Questi ed altri personaggi della saga sarebbero quelli di base, mentre dallo screenshot mostrato dal designer sembra ci siano altri personaggi Ubisoft che con Assassin’s Creed non c’entrano nulla, i quali potrebbero essere sbloccati con dei bonus. Tra questi spiccano Prince of Persia, Sam Fisher, e addirittura Rabbids che con i videogiochi violenti ha davvero poco a che vedere.

Non sappiamo se davvero questo Assassin’s Creed Duel verrà pubblicato, se si tratta di un progetto che esisteva ed è stato cancellato, o se semplicemente Benoit Perreault ci ha preso tutti in giro, ma siamo sicuri che un videogioco del genere troverebbe non pochi acquirenti se fosse pubblicato.

Foto: Perreault su Twitter

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments