Home / Sport / Calcio / Ranking Uefa, senza più italiane in gioco addio terzo posto

Ranking Uefa, senza più italiane in gioco addio terzo posto

ranking uefa aprile 2013

La doppia eliminazione di Juventus e Lazio negli ultimi due giorni di coppe europee conferma sempre di più che il terzo posto nel ranking Uefa per l’Italia, quello che dà diritto alla quarta squadra in Champions League, è sempre più un miraggio. Se fino allo scorso anno era un testa a testa con la Germania, e quest’anno l’unica speranza era solo di avvicinarsi ai tedeschi, ora si può dire che non ci sono più speranze di riprenderli.

La Germania infatti ha ancora 2 squadre in gara, Bayern Monaco e Borussia Dortmund, mentre noi zero. Le spagnole sono irraggiungibili mentre solo l’Inghilterra rallenta, anche se ha ancora il Chelsea in semifinale di Europa League. Il distacco al momento dal terzo posto è di oltre 13 punti, ed al ritmo attuale sembra incolmabile visto che ogni anno abbiamo perso 2-3 punti regolarmente nei confronti della Germania.

La buona notizia però è che anche se la situazione italiana non è migliorata, non è nemmeno peggiorata. Anzi. Mentre ad inizio anno rischiavamo seriamente il sorpasso al quarto e forse pure al quinto posto, ora possiamo dirci sicuri che il nostro quarto posto non lo tocca nessuno. La Francia ha perso tutte le sue squadre e chiude l’annata con circa 2 punti e mezzo meno di noi (5 in totale), i quali ci permettono di staccarla con un margine rassicurante. L’unica nazione che potrebbe creare ancora qualche problema è il Portogallo che ha in gioco ancora il Benfica. Ma anche se i lusitani dovessero vincere l’Europa League, difficilmente riuscirebbero a superarci, almeno per la prossima stagione.

Il ranking Uefa va così consolidandosi. Ai primi tre posti, che consentono a 7 squadre di giocare in Europa, ci sono Spagna imprendibile al primo posto, Inghilterra e Germania quasi a pari punti; leader delle 6 posizioni successive che mandano altrettante squadre in Europa è l’Italia con un margine attuale di 5 punti sulla Francia e 5 e mezzo sul Portogallo, seguiti con distacchi molto maggiori da Ucraina, Russia e Olanda. Dall’attuale classifica dunque si può dedurre che le 6 squadre in Europa dell’Italia sono stabili e non correranno alcun pericolo per i prossimi anni, ma di ottenere la settima non se ne parlerà per parecchio tempo.

Potrebbe interessarti anche:

gironi mondiali 2018

Gironi Mondiali 2018: tutti i gruppi che si affronteranno in Russia

Tutto facile per Russia e Germania, insidiosi i gruppi di Inghilterra, Spagna e Brasile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.