Riscaldamento globale causa precipitazioni più violente

di Paola Pagliaro
4 commenti

precipitazioni e riscaldamento globale

Il riscaldamento globale provocato dall’aumento delle emissioni di gas serra accresce la portata e l’intensità delle precipitazioni brusche e violente, con conseguenze tristemente note sull’agricoltura e sull’incolumità della popolazione mondiale. L’aumento dell’umidità in un’atmosfera più calda genera infatti fenomeni meteorologici estremi, causa di frane, alluvioni e danni ai raccolti. A confermarlo è un recente studio del NOAA pubblicato sulla rivista scientifica Geophysical Research Letters.

piogge estremeI ricercatori hanno scoperto che l’aumento del tasso di umidità generato da un clima sempre più caldo domina tutti gli altri fattori che incidono sulle precipitazioni e porta ad un notevole aumento dei fenomeni meteorologici estremi. Secondo le proiezioni degli scienziati, se la concentrazione di gas serra nell’atmosfera dovesse continuare ad aumentare all’odierno tasso di incremento, entro la fine del 21esimo secolo, si avrebbe un aumento del 20-30%  delle precipitazioni intense su vaste porzioni dell’Emisfero settentrionale. Come ha spiegato il professor Kenneth Kunkel, prima firma dello studio:

Le piogge estreme diventeranno ancora più intense, perché l’atmosfera fornirà enormi quantità di acqua che andranno ad alimentare i fenomeni meteorologici intensi.

I ricercatori hanno esaminato tre fattori che concorrono a generare precipitazioni particolarmente violente: il tasso di umidità nell’atmosfera, il movimento verso l’alto dell’aria nell’atmosfera, e i venti orizzontali. Il team ha esaminato i dati dei modelli climatici per comprendere come il continuo aumento delle emissioni di gas a effetto serra potrebbe influenzare le precipitazioni. Mentre gli aumenti di gas serra non hanno cambiato sostanzialmente il movimento verso l’alto o i venti orizzontali, i modelli hanno mostrato un aumento del 20-30 per cento dell’umidità  massima nell’atmosfera, che ha portato a un corrispondente aumento del valore massimo delle precipitazioni.

I risultati di questa ricerca potrebbero fornire dati utili a prevenire i danni provocati dalle precipitazioni intense. Ingegneri e istituzioni potrebbero intervenire tempestivamente per salvare vite, infrastrutture e raccolti, mettendo in atto strategie di prevenzione, in primis interventi per la riduzione delle emissioni di gas serra nell’atmosfera.

Fonte: National Oceanic and Atmospheric Administration
Foto: NOAA; © Thinkstock

Potrebbe interessarti anche

4 commenti

L'oceano Atlantico mette in pausa il riscaldamento globale - M'informo 23 Agosto 2014 - 09:01

[…] Secondo i calcoli dei ricercatori il ciclo terminerà intorno al 2030, e da quel momento in poi gli effetti del riscaldamento globale si vedranno molto più forti di […]

Rispondi
Aumento della CO2 e fertilizzazione, regioni aride sempre più verdi - M'informo 3 Giugno 2013 - 15:01

[…] dalle immagini satellitari e con altri fattori che influenzano la crescita delle piante, quali le precipitazioni, la temperatura atmosferica, la luce naturale ed eventuali cambiamenti nella destinazione […]

Rispondi
Riscaldamento globale, aerosol delle piante mitigano il clima - M'informo 30 Aprile 2013 - 13:00

[…] e a raffreddare l’atmosfera. A scoprire questo nuovo potenziale effetto di mitigazione del riscaldamento globale della vegetazione sono stati i ricercatori dell’International Institute for Applied Systems […]

Rispondi
Innalzamento del livello dei mari, i gas serra da ridurre per frenarlo - M'informo 15 Aprile 2013 - 21:01

[…] strategia di contenimento del riscaldamento globale che sarebbe efficace anche per quanto riguarda l’innalzamento del livello dei mari. Nello […]

Rispondi

Lascia un commento