Home / Videogiochi / Splinter Cell: Blacklist anche per Wii U? Gli utenti Nintendo sperano

Splinter Cell: Blacklist anche per Wii U? Gli utenti Nintendo sperano

recensione splinter cell blacklist

La nuova avventura di Sam Fisher potrebbe presto sbarcare su Wii U. A quanto pare a mettere in giro questa voce sarebbero stati i rivenditori di Amazon France che già in passato ci avevano regalato alcune indiscrezioni, rivelatesi poi tutte corrette, giorni e a volte settimane prima degli annunci ufficiali. A suffragare quest’ipotesi c’è anche la comparsa sui curriculum online di alcuni degli sviluppatori del gioco la voce “Wii U” al fianco del titolo Splinter Cell: Blacklist. Questo però è avvenuto diversi mesi fa ed il fatto che ancora oggi risulta ufficialmente in lavorazione solo per PS3, X360 e PC lascia intendere che potrebbe anche essere stato cancellato per la console Nintendo.

Ma come sarà questo Blacklist? A quanto pare si torna al vecchio stile, nella migliore tradizione degli stealth game. Non è possibile però tornare troppo indietro dato che ormai Sam non è più un giovinetto alle prime armi. Dovrebbe avere all’incirca più di 50 anni, tant’è che questa sua esperienza gli viene riconosciuta dal fatto che viene messo a capo di una squadra di specialisti anti-terrorismo. Qui però vengono fuori tutti i limiti dato che ha un’anima guerriera e non sembra molto in grado di gestire altri agenti.

Per quello che è stato mostrato finora (ancora poco) pare ci sia un buon mix tra stealth e scontri a fuoco. Insomma, non siamo al livello dei primi titoli in cui si sparavano una decina di colpi in tutto il gioco, ma nemmeno al livello di Convinction in cui le sparatorie sono molto frequenti. Questo stealth game in terza persona piuttosto lascia scegliere all’utente il modo migliore per affrontare ogni missione, dato che ogni volta ci viene data la possibilità di strisciare via in silenzio o sparare a qualsiasi cosa si muova.

L’introduzione più interessante riguarda la distribuzione degli XP. A fine missione, a seconda dei vari comportamenti tenuti, si otterranno un certo numero di punti esperienza. Il gioco comunica se l’utente ha uno stile di gioco più da stealth o più da sparatutto, e così di volta in volta si può decidere come distribuire gli XP in tre diverse categorie: Fantasma (più stealth, che dà tute mimetiche migliori ed altre caratteristiche per passare inosservati); Assalto (più sparatutto, migliora le armi); oppure Pantera (una via di mezzo tra i due stili, migliora i fucili di precisione, i coltelli e le altre armi silenziose).

A tutto ciò inoltre vanno aggiunti tantissimi elementi di contorno che lo rendono un titolo eccezionale. Parliamo ad esempio della possibilità di interagire praticamente con qualsiasi cosa dell’ambiente, piuttosto che di una grafica a livelli altissimi, com’è nello stile della saga. Insomma, dalle premesse sembra un titolo da non perdere. La data di uscita prevista per l’Italia è il prossimo 23 agosto. Mentre vi preparate, vi invitiamo a gustarvi il trailer del gioco.

Foto: Splinter Cell su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

Remothered: Tormented Fathers

Remothered: Tormented Fathers – recensione dell’indie horror italiano

Un survival horror come ce ne sono pochi in giro: la nostra prova su PlayStation 4.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.