Home / Animali / Gatti / I gatti odiano davvero l’acqua?

I gatti odiano davvero l’acqua?

acqua gatti

Perché i gatti odiano l’acqua e perché alcuni gatti invece ne sono attratti? Chi ha adottato più gatti nel corso della sua vita sa bene infatti che non tutti fanno i capricci quando si tratta di fare il bagno o quando vengono sfiorati da schizzi di acqua. Alcune razze di gatti come il Turco Van addirittura hanno ereditato l’amore per l’acqua. Gli antenati allo stato selvatico del Van, infatti, erano soliti immergersi nelle acque del lago Van, in Turchia, per combattere la calura estiva, altrimenti insopportabile.

gatti mareMolte altre razze di gatti domestici, invece, non amano l’acqua semplicemente perché, sin dai primi tempi in cui sono entrati nelle nostre case, sono stati protetti dalle intemperie e dal contatto con l’acqua. C’è da precisare che non è soltanto colpa di noi iperprotettivi umani se i gatti detestano l’acqua. Altri felini allo stato selvatico, come i leoni e i leopardi, evitano infatti di loro spontanea volontà di immergersi nelle acque dei fiumi, per timore di incappare tra le fauci dei coccodrilli. Altre specie feline, invece, fanno regolarmente il bagno per combattere la calura e per procacciarsi il pesce.

Quello con l’acqua, fateci caso, è un rapporto d’amore/odio per i nostri gatti. Anche se i nostri mici solitamente non amano immergersi nell’acqua, ne sono comunque molto attratti. Basti pensare a quando mettono una zampa nella ciotola e smuovono la superficie schizzando o all’attrazione verso l’acqua che scorre dal rubinetto o dalle loro speciali fontane. La fontana per gatti in effetti li spinge a bere maggiormente perché i mici sono attratti dall’acqua corrente, sempre limpida e fresca, quasi come quella di un ruscello.

Come fare il bagno al gatto

I gatti provvedono da soli alla loro igiene personale e sono molto scrupolosi. Non serve dunque, se non in rari casi, fargli il bagno, in special modo se per loro è un trauma. Tuttavia, quando il gatto è molto sporco e si rivela necessario fargli il bagnetto, è utile averlo abituato sin da piccolo, con dolcezza e pazienza, altrimenti potrebbe graffiarvi e passare un brutto quarto d’ora, schizzando dappertutto.gatto gioca con l'acqua

Bisogna metterlo nella vasca vuota o nel lavandino, parlandogli con tono rassicurante e iniziando a bagnargli il pelo con un panno umido morbido. L’acqua dev’essere a temperatura ambiente e bisogna semplicemente inumidire il pelo, non farlo grondare di acqua. Se il gatto si mostra abbastanza tranquillo e a suo agio, si può procedere versando altra acqua dalla brocca, da un bicchiere o da un tubo collegato al rubinetto con il getto a bassa pressione e lentamente. Procedete a insaponarlo con una piccola quantità di shampoo diluita. In commercio ci sono shampoo specifici per i felini, non usate altri prodotti ad uso umano perché il gatto, leccandosi, potrebbe venire in contatto con sostanze tossiche per il suo organismo. Risciacquate più di una volta e asciugate con un panno morbido e pulito, lodando il micio.

Fonte: Do cats really hate water su Animal Discovery
Foto: © Thinkstock

Questo articolo ti è stato utile? Condividilo per aiutarci a scriverne altri, grazie!
  • 29
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    29
    Shares

Potrebbe interessarti anche:

gatto sbava perdita saliva

Il tuo gatto sbava? Ecco da cosa dipende la perdita di saliva

Il tuo gatto sbava e sei preoccupato? Ecco quali sono le principali cause della perdita di saliva e cosa fare.

un commento

  1. miriam ela mia pata e la sua mamma e la laico e stelina luna. chicha

    Mi diacono i gatti i cani mi p
    diacono io ho un gatto e sua madre e amicstelina luna chicha

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.