Fast & Furious: Showdown, arriva l’annuncio di Activision

di Cloud
0 commenti

copertina fast & furious

Pubblicità

A maggio è previsto in uscita Fast & Furious 6 negli Stati Uniti. Il film notoriamente si accompagna ad un marketing massiccio. E poteva mancare il videogioco? Certo che no. E allora eccolo in uscita. Si chiamerà Fast & Furious: Showdown e non sarà un gioco tratto dalla trama del film, ma una sorta di “accompagnamento” nelle sale cinematografiche. La novità è che stavolta si esce dal solito gioco di corse clandestine, come se la serie si fosse finalmente evoluta.

Pubblicità
Pubblicità

Certo, non siamo ai livelli di Gran Turismo o di Grand Theft Auto, ma perlomeno qualche cambiamento c’è. Pur mantenendo la stessa dinamica di base, vengono introdotti nuovi mezzi (nei primi screenshot si vedono delle moto da cross), ci sarà la possibilità di modificare le auto, ed anche di manovrare personaggi diversi. Finora infatti guidavamo soltanto le auto. In Showdown invece ci sarà la possibilità, oltre che di guidare, anche di essere l’uomo al fianco intento a sparare, piuttosto che il tattico o il daredevil.

Pubblicità

Il divertimento è assicurato anche perché, se vi stancate della classica modalità arcade, ci sarà la possibilità di giocare con un altro amico in co-op in cui ognuno prende un ruolo differente in auto senza necessariamente sfidarsi a chi è più veloce. I tracciati su cui si svolgono le corse sono in parte presi dal film ed in parte rappresentano luoghi originali di tutto il mondo. Inoltre, per rafforzare la comunità di appassionati al titolo, è prevista anche la modalità online.

Il videogioco uscirà il 22 maggio in America, addirittura due giorni prima dell’uscita del film nelle sale cinematografiche, e sarà disponibile su Xbox 360 e PlayStation 3. Ovviamente arriverà anche in Europa e probabilmente a noi toccherà aspettare qualche settimana in più perché la strategia di marketing vuole che il gioco esca appena prima del film, o al massimo in contemporanea.

Foto: Fast & Furious su Facebook

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento