Home / Animali / Cani / Zecche nei cani, come toglierle per prevenire rischi di contagio e malattie

Zecche nei cani, come toglierle per prevenire rischi di contagio e malattie

zecche

Cari amici di M’informo Animali oggi ci occupiamo di zecche. La primavera stenta a decollare ma questi parassiti sono già in agguato e dobbiamo sapere come toglierle e prevenirle per non farci trovare impreparati, qualora ne avvistassimo una sulla pelle del nostro cane. Innanzitutto conosciamo meglio il nostro nemico. Le zecche sono artropodi dell’ordine Acarina che hanno bisogno di animali a sangue caldo per nutrirsi e riprodursi. Come le zanzare sono veicolo di numerose malattie infettive.

In Italia sono presenti due famiglie di zecche, le Ixodidae, note come zecche dure, e  le Argasidae, conosciute come zecche molli.  Non è detto che le zecche siano vettori di malattie ma quando sono infette, le malattie che possono trasmettere all’uomo includono la rickettsiosi, la borreliosi di Lyme, la febbre ricorrente da zecche, la tularemia, la meningoencefalite da zecche, l’ehrlichiosi.

Il ciclo di vita di una zecca si divide in quattro stadi principali che si completano complessivamente nel giro di due mesi: uovo, larva, ninfa e adulto. Larve, ninfe e adulti si nutrono di sangue. I maschi ingeriscono molto  meno sangue rispetto alle femmine. Quando le zecche hanno fame si gettano su un corpo caldo, come quello del cane, percependone il calore e i movimenti e lanciandosi dall’erba o dai rami degli alberi. Per meglio nutrirsi, le zecche vanno ad insediarsi nelle zone con poco pelo, dove è più facile succhiare il sangue. Ecco perché le troviamo spesso sulle orecchie e nell’area intorno a labbra ed orecchie del cane. A questo punto posizionano il loro apparato boccale nella pelle della preda. Soltanto quando il pasto sarà finito, le zecche rimuoveranno l’apparato e cadranno. La femmina a quel punto depositerà le uova e morirà. Generalmente le zecche restano sull’organismo ospite per un periodo che va dai due ai sette giorni. Il cane non avverte dolore quando si attaccano alla pelle perché le zecche rilasciano una sostanza anestetica al momento del morso.

zecche come rimuoverlePer rimuovere una zecca non è sufficiente staccare il corpo perché l’apparato boccale, detto rostro, resterà attaccato. Non affidatevi a metodi fai-da-te con sostanze aggressive e non approvate per lo scopo. Gli esperti suggeriscono di indossare un paio di guanti e rimuoverle con una pinzetta, come quella per le sopracciglia, destinata ovviamente esclusivamente a questo scopo. Afferrate la zecca con la pinzetta puntando il più possibile vicino alla testa ed estraela esercitando una pressione leggera ma costante. Insieme alla zecca potrebbero venir via piccoli pezzettini di pelle. Non torcete l’apparato buccale ma tirate verso l’alto con uno scatto deciso. Mai schiacciare il corpo della zecca perché favoriremmo la fuoriuscita di eventuale materiale infetto.

Per quanto riguarda la prevenzione, è bene evitare le aree a rischio ed esaminare sempre il cane dopo una passeggiata nei boschi e nell’erba alta, proteggendolo con sostanze acaro-repellenti prima di un’escursione a rischio. Esistono diversi prodotti antizecche, dai collari agli spray. Chiedete consiglio al veterinario su quello più efficace, anche in base all’esposizione, più o meno alta, del cane al rischio di zecche. I cani che vivono in campagna all’aperto sono ovviamente più a rischio zecche. Per evitare che il cane contragga malattie dalle zecche è fondamentale rimuoverle il prima possibile. Meno tempo trascorrono sulla pelle del cane, minori saranno infatti le probabilità di contagio. Non utilizzate mai gli antizecche per cani sui gatti.

sintomi zeccheMai provare a rimuovere la zecca con sostanze come acetone, alcol, ammoniaca, olio, fiammiferi o sigarette. Il dolore, infatti, porta le zecche a rigurgitare il materiale infetto e potremmo favorire anziché prevenire le infezioni. Per quanto riguarda l’incolumità di noi umani, dobbiamo prestare attenzione, quando siamo stati morsi, ad eventuali aloni rossastri che si allargano attorno all’area in cui abbiamo rimosso la zecca. Il monitoraggio deve continuare per 40 giorni e non bisogna assumere antibiotici in via preventiva, perché camufferebbero i sintomi ritardando la diagnosi di eventuali patologie. Devono allarmare sintomi quali debolezza, febbre, mal di testa, dolori articolari e ingrossamento dei linfonodi. In questo caso contattate il medico per ricevere la terapia farmacologica più efficace.

Fonti: How to remove and prevent ticks in your dog su Petplace; Zecche, Epicentro-Istituto Superiore di Sanità
Foto: © Thinkstock; Wikimedia Commons

Potrebbe interessarti anche:

rimedi alito cattivo cane

Al tuo cane puzza l’alito? Ecco 8 rimedi naturali contro l’alitosi

Il tuo cane ha l'alito cattivo? Ecco 8 semplici rimedi naturali per una bocca sana, pulita e profumata.

6 commenti

  1. per fotuna uso tutte le procedure adeguate che son state sopra ripotate. purtroppo però il mio problema è molto piu grande, non riesco a rimuovere le zecche perche provocano alla mia cagnetta troppo dolore infatti appena provo a toccarne una lei piange e si dimena. ho chiesto al veterinario e lui mi ha detto di usare il NEGUVON tutta via sul foglietto di istruzioni non ho trovato nulla che dicesse esplicitamente che agiva contro quei dannati insetti, infatti mi sembra stia facendo ben poco. addirittura il veterinario mi ha consigliato di darle una dose piu forte di FRONTALINE COMBO, dopo questo non so se questo tizio sia bravo oppure no. a proposito ma il frontaline può essere usato un mese in più altro ai tre mesi di cui fa parte il ciclo di terapia?

    • Ciao Noel, contro le zecche la migliore arma resta la prevenzione perché purtroppo il dolore per i nostri cuccioli è inevitabile quando le rimuoviamo. L’acqua calda allevia la sensazione di dolore. Per quanto riguarda il Combo attieniti alle istruzioni per evitare effetti collaterali. Un rimedio naturale è l’olio di Neem, lo trovi in erboristeria. Le zanzare e anche le zecche lo odiano 🙂

    • Ho avuto il problema delle zecche sul mio gatto che va sempre in giro per i boschi ho messo il frontlain ma ha funzionato poco ho interpellato il veterinario e mi ha consigliato un nuovo collare appena uscito in commercio , si compra in farmacia costa più di 30 euro si chiama seresto della Bayer …… E funziona . Dovrebbe esserci anche per i cani prova ad informarti . Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.