Home / Salute / Alimentazione / Chi mangia pesce vive più a lungo grazie ai benefici degli Omega-3

Chi mangia pesce vive più a lungo grazie ai benefici degli Omega-3

pesce

Sani come pesci, consumando più pesce. Un nuovo studio su alimentazione e longevità, pubblicato sulla rivista scientifica Annals of Internal Medicine, evidenzia i benefici per la salute di una dieta che includa regolarmente piatti a base di pesce. I ricercatori della Harvard School of Public Health di Boston, coordinati dal dottor Dariush Mozaffarian, specificano che la loro ricerca si è concentrata sui benefici del pesce e non di integratori a base di olio di pesce.

L’analisi è stata condotta su un campione di oltre 2.600 adulti e ha rilevato come le persone con il più alto tasso di acidi grassi Omega-3 nel sangue vivessero in media due anni in più rispetto a chi aveva valori bassi di Omega-3 nel sangue.

Livelli alti di Omega-3 nel sangue, spiega il dottor Mozaffarian, sono legati a un minor rischio di morte per malattie e disfunzioni cardiovascolari.

Nello specifico, le persone con livelli alti di Omega-3 nel sangue riducevano di ben il 35% le probabilità di morire a causa di problemi di cuore. Ma c’è di più: a diminuire, di ben il 27%, era anche la mortalità per ogni tipo di causa.

Pesce: dove si trovano gli Omega-3

Ma dove si trovano gli Omega-3 e come trarre i maggiori benefici dal pesce? I pesci che più contengono acidi grassi Omega-3 sono il salmone, lo sgombro, la trota di lago, l’aringa e il tonno bianco alalunga. Ricordiamoci però che i mari sono molto inquinati e si fa presto a dire il pesce è un alimento sano, ma occorre scegliere con molta cautela per non rischiare di introdurre nell’organismo residui tossici dei contaminanti. Non va meglio per i pesci provenienti dall’acquacoltura intensiva, spesso intossicati di antibiotici. L’ideale sarebbe scegliere i pesci dei nostri mari, quelli di piccole dimensioni che meno accumulano residui tossici, e consultare la guida per regioni di Slow Food, nonché il calendario valido per il Mar Mediterraneo, acquistando i prodotti di alta qualità e valore nutrizionale dei presidi, pescati con metodi sostenibili e rispettosi dei cicli riproduttivi del pesce.

Fonte: Harvard University Gazette
Foto: © Thinkstock

Potrebbe interessarti anche:

carbone attivo

Il carbone attivo fa davvero dimagrire? Cosa dice la scienza

Secondo alcune diete detox di moda il carbone attivo fa dimagrire. Ecco cosa c'è di vero sulle proprietà dimagranti del carbone vegetale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.