Corea del Nord autorizza attacchi nucleari, gli Stati Uniti si avvicinano

di Onofrio Marco Mancini
0 commenti

esercito corea del nord

La situazione nella penisola coreana è diventata delicatissima. Come ha affermato ieri sera il viceministro degli Esteri russo, Igor Morgoulov, basta un errore umano o un problema tecnico per mandare la situazione fuori controllo. Responsabile di tutto ciò è Kim Jong-un, o per meglio dire i capi militari che lo manovrano, dopo l’annuncio dell’autorizzazione agli attacchi nucleari contro il Nord America.

Si tratta di vaneggiamenti, nessuno tra gli osservatori internazionali è davvero convinto che Pyongyang sia in possesso di armamenti a così lunga gittata. Non è invece escluso che possano essere colpite le basi americane in Asia e soprattutto i vicini della Corea del Sud con cui c’è la vera battaglia. Questa mattina i rappresentanti americani hanno chiesto al dittatore coreano di smetterla con le minacce o prenderanno provvedimenti, e così nell’incertezza è stato dato l’ordine di avvicinare le truppe d’aria e marine alla costa della Corea del Nord. È ormai evidente che basta una goccia per far traboccare il vaso.

Ma Kim Jong-un continua per la sua strada e procede in questa guerra fredda facendo sgomberare la zona al confine tra le due Coree. Il messaggio è evidente: colpiremo lì. Ma potrebbe essere sufficiente a scatenare la guerra dato che la Corea del Sud ha avvisato che reagirà ad ogni minimo attacco, scatenando così una reazione a catena. Bisogna anche sottolineare che nell’area vivono circa 800 lavoratori sudcoreani che potrebbero essere le prime vittime del conflitto, mentre i 50 mila lavoratori nordcoreani sono già stati allontanati.

Come ribadito più volte nei giorni scorsi, l’unica speranza di evitare il conflitto è che intervenga la Cina. Anche la Francia ieri è intervenuta chiedendo un consiglio di sicurezza straordinario dell’Onu al fine di chiedere al Governo cinese di scongiurare una guerra che ormai sembra davvero alle porte. La tensione è palpabile, le armi sono già puntate, manca solo l’ordine di sparare.

Fonte: Cnn

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento