Home / Sport / Calcio / Abidal torna a giocare, la favola di un uomo che non si è arreso al tumore

Abidal torna a giocare, la favola di un uomo che non si è arreso al tumore

abidal barcellona

Eric Abidal era destinato a diventare uno dei difensori più forti del mondo, ma passerà alla storia forse come il calciatore con la più grande forza d’animo. Nato in Francia, a Lione, 33 anni fa, Abidal viene subito notato per la sua velocità e precisione con cui chiude gli spazi sulla fascia sinistra. Inoltre oggi trovare terzini mancini di livello internazionale è molto difficile, e così finisce a giocare giovanissimo prima al Monaco, e poi compie la grande scalata Lille-Lione-Barcellona.

La sua favola sembrava dover volgere al lieto fine quando riesce a compiere il triplete nel 2007 (Liga, Champions e Coppa del Re), e sembrava così destinato alla storia del calcio. Ma nel 2011 il mondo gli crolla addosso. Gli viene diagnosticato un tumore al fegato, una patologia difficilmente curabile dato che colpisce un organo molto delicato. Inoltre è fortemente debilitante, e così anche in caso di guarigione, una persona normale non potrebbe raggiungere livelli fisici tali da poter giocare da professionista.

Una persona normale, appunto. Abidal viene così operato nel marzo 2011, fa la riabilitazione e appena due mesi dopo è di nuovo in campo. Non solo. Nella sua gara di ritorno, in una partita di Champions League, entra nella ripresa e addirittura va in gol contro il Chelsea. Sembra una storia a lieto fine quando, il giorno della finale, entra in campo negli ultimi minuti ed il capitano Pujol gli cede la fascia poco prima di sollevare al cielo la coppa. Ma le sue tribolazioni non sono finite.

Il tumore torna a farsi vivo e così un anno dopo la prima operazione è costretto a ritornare sotto i ferri. Stavolta però non si tratta di una rimozione, ma di un trapianto. L’operazione è molto più delicata di quella precedente, tanto che all’età di 31 anni in molti davano per scontato il suo addio al calcio giocato. Ipotesi confermata dal medico che lo seguiva, secondo cui le difese immunitarie sarebbero state troppo basse per poter continuare la carriera da professionista.

Ma il dott. Ideo non ha fatto i conti con la forza di volontà di un uomo che è professionista dentro e non gioca solo per i soldi. Abidal così si sottopone all’operazione, compie la riabilitazione e riprende ad allenarsi con i compagni. Fino ad oggi quando la società ha fatto questo annuncio: Abidal scenderà in campo domani contro il Celta. Per la seconda volta ha sconfitto il cancro e dimostrato al mondo che con la forza di volontà si può far tutto.

Foto: Abidal su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

serie a 2017-2018

Serie A 2017-2018: tutti i verdetti

Alla Juve il suo settimo scudetto di fila: ecco tutti gli altri risultati stagionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.