Home / Animali / Gatti / Come introdurre un nuovo gatto in casa

Come introdurre un nuovo gatto in casa

come introdurre un nuovo gatto in casa

Apparentemente sembra facile introdurre un nuovo gatto in casa ma la vera domanda, ben più complessa, da porsi è: come introdurre un nuovo gatto in casa senza scatenare un conflitto atomico con l’altro o gli altri mici? Innanzitutto è bene non portare mai in casa, a contatto con gatti sterilizzati e che vivono principalmente tra le mura domestiche, gatti randagi senza prima averli sottoposti ad una visita veterinaria, per determinare la presenza di eventuali malattie infettive contagiose che potrebbero mettere a rischio anche il nostro gatto.

Altro suggerimento è di non acquistare gatti in negozio. Adottate uno dei tanti gatti soli e bisognosi di affetto che popolano i gattili. Prediligete quelli adulti perché hanno meno probabilità di essere adottati ma sono anche più facili da accudire, avendo già un carattere formato e meno vivace di quello dei micini. Farete un bel gesto.

micio spaventatoTrovato il nostro micio da accogliere in famiglia, vediamo come introdurre il nuovo gatto in casa senza scatenare l’inferno e vedere volare pezzettini di pelo. I gatti sono animali molto territoriali. Badate che in casa ci sia abbastanza spazio vitale per far vivere dignitosamente e senza stress più gatti per non ritrovarvi come in Sepolti in casa Animali. Un gatto ha bisogno della sua ciotola del cibo, della sua ciotola dell’acqua, di un tiragraffi in posizione centrale, di un posto in alto per osservare il mondo indisturbato senza essere osservato e in cui rifugiarsi quando non vuole le attenzioni dei membri della famiglia o di altri gatti/cani di casa.

Dunque scartate subito l’ipotesi che i gatti possano condividere da buoni amici e senza conflitti la lettiera, la ciotola e la cesta. Potrebbe anche essere questo il caso fortunato ma è raro. Meglio raddoppiare subito tutti gli accessori indispensabili. La prima volta che ho fatto le presentazioni tra i miei due mici ero felicissima, convinta che si sarebbero amati a prima vista come io ho amato subito il nuovo fagottino adottato. Purtroppo la micina ha iniziato ad inarcare la schiena e gonfiare la coda come alla vista di un cane, soffiava e lo aggrediva. Questo perché le presentazioni sono state troppo brusche. La cosa migliore da fare invece è mettere il nuovo gatto in un’altra stanza e lasciare che si osservino attraverso un vetro o a metà strada ma a distanza di sicurezza. Scambiate i loro giochi affinché prendano confidenza l’uno con l’odore dell’altro fino a trovarlo familiare. In questo modo l’approccio dovrebbe risultare meno traumatico. Non ricoprite di attenzioni solo il nuovo gatto, cercate di mostrarvi il più possibile imparziali.

convivenza gattiRicapitolando prima di introdurre un nuovo gatto in casa occorre:

  • farlo visitare al veterinario per escludere la presenza di malattie contagiose;
  • verificare che ci sia abbastanza spazio per entrambi;
  • dotarsi di una lettiera e di due ciotole (cibo e acqua) in più;
  • far incontrare i due gatti gradualmente, a metà strada, favorendo il riconoscimento degli odori tramite lo scambio delle copertine piuttosto che dei giochini.

Che il gatto inizialmente sia diffidente con il nuovo arrivato è un comportamento normale. Dopo poche ore o al massimo pochi giorni generalmente saranno amici per la pelle e dormiranno abbracciati. Se avete altri consigli su come introdurre un nuovo gatto in casa limitando le aggressioni del gatto dominante o volete raccontarci la vostra esperienza scriveteci pure nei commenti in calce al post o sulla nostra pagina Facebook. Saremo felici di rispondervi e di convidere le informazioni su una convivenza pacifica tra mici. Alla prossima dalla redazione di M’informo Animali!

Foto | © Thinkstock

Potrebbe interessarti anche:

colori vomito nel gatto

Giallo, verde, rosso, chiaro o rosa: i colori del vomito del gatto spiegati

In questo post vedremo i significati dei vari colori del vomito del gatto: giallo, verde, rosso, rosa o chiaro, per imparare a individuare le cause.

3 commenti

  1. Devo introdurre in casa una micia di un anno circa e micino di un mese, dove già vivono le mie 2 gatte di 4 anni… per ora la nuova arrivata con gattino vive in casa della nonna, ma dovrò portarli con me in casa dove ho anche una terrazza. Spero possano accettarsi seguendo anche questi consigli, ma sono preoccupata, non tanto x il cucciolo che già hanno conosciuto, ma x la micia adulta…speriamo bene…a giorni farò il grande passo poi scriverò come sarà andata..

    • Ciao Lilia, introducile gradualmente come descritto nel pezzo, assicurati che ognuno abbia la sua ciotola e il suo giaciglio e una lettiera, poi fa’ loro odorare i giocattoli degli altri o una copertina con l’odore dei nuovi arrivati in modo che imparino a riconoscerli come familiari! Facci sapere buona fortuna con i nuovi arrivati 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.