Home / Ambiente / Vivere a basso impatto / Menu di Pasqua vegan con le ricette cruelty-free della LAV

Menu di Pasqua vegan con le ricette cruelty-free della LAV

menu di pasqua vegan

Scegliere di non consumare piatti a base di carne a Pasqua è una scelta ancor più eticamente condivisibile che nel resto dei giorni dell’anno. In questi giorni, più che mai, si consuma infatti una carneficina volta a soddisfare una richiesta in vertiginosa crescita per i pranzi pasquali. Abbondanza è sinonimo di sprechi e la carne che non di rado finisce nella pattumiera trasforma in rifiuto anche il diritto alla vita di capretti e agnelli come di tutte le altre specie. La barbara industria degli allevamenti intensivi, inoltre, non sforna certamente carne dalle proprietà nutrizionali eccellenti. Diffidate della carne a basso costo che ha un prezzo ambientale e sanitario altissimo. Per evitare di consumare carne imbottita di antibiotici, di aumentare le emissioni prodotte negli allevamenti e per fare una scelta salutare, meglio optare per un menu di Pasqua vegan. La LAV, la Lega Antivivisezione, come al solito è una miniera di ricette cruelty-free gustose, dalle più semplici a quelle più elaborate, per stupire gli ospiti con piatti e sapori nuovi senza far sentir loro la mancanza della carne.

Per Pasqua lo chef Simone Salvini ci propone un menu prelibato e originale che farà bene anche alla linea, oltre che all’ambiente. Dall’antipasto al dolce, ecco alcune proposte:

Gianluca Felicetti, presidente della LAV, lancia un appello:

Invitiamo i cittadini a fare un gesto concreto rinunciando alla carne tradizionalmente portata in tavola a Pasqua e a firmare la petizione della LAV – in tante piazze anche sabato e domenica prossima – con cui si chiedono al Governo e al Parlamento 10 leggi a tutela degli animali. Tra le nuove norme, chiediamo la promozione di scelte alimentari senza prodotti di origine animale, la disincentivazione degli allevamenti e, comunque, l’obbligo di stordimento per tutte le macellazioni. Venite in piazza a firmare la petizione.

Fonte e foto: CambiaMenu LAV

Potrebbe interessarti anche:

smaltire rifiuti elettronici

Smaltire rifiuti elettronici: come funziona l’uno contro zero

Come cambia la legge da 1 contro 1 a uno contro zero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.