Home / Attualità / Politica / Movimento 5 Stelle a Bersani: “non diamo una fiducia in bianco”

Movimento 5 Stelle a Bersani: “non diamo una fiducia in bianco”

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

incontro pd-m5s

L’incontro tra Movimento 5 Stelle e Pierluigi Bersani, leader del Partito Democratico, è finito così come in molti si aspettavano, con Bersani che parla per un quarto d’ora ed alla fine i grillini che rispondono “no grazie, non diamo la fiducia a nessuno”. La storica diretta streaming, mai accaduta nella storia della Repubblica, tra le due principali forze politiche del Parlamento, si è conclusa con un nulla di fatto.

Il candidato Premier ha esposto, ad inizio incontro, gli ormai noti 8 punti che continua a ripetere da tempo, per la precisione dal giorno dopo le elezioni, da mettere in campo insieme al Movimento guidato da Beppe Grillo. Dalla riforma del lavoro al taglio delle spese della Casta, dagli esodati al conflitto d’interessi, i punti che Bersani ha elencato sono più o meno gli stessi che avevano i grillini nel loro programma elettorale. Nonostante questo però la risposta è stata sempre la stessa.

L’on. Lombardi ha esordito affermando che gli sembrava di stare a Ballarò perché le promesse di Bersani sono le stesse che per vent’anni sono state fatte da tutti i parlamentari e mai sono state mantenute. Il capogruppo al Senato Crimi invece ha spiegato che mentre il Movimento è concorde con gli 8 punti, e che se venissero presentate le relative leggi in Parlamento loro le appoggerebbero, non è disponibile però a fornire una fiducia in bianco perché non vuol ritrovarsi ad appoggiare un Governo che poi, come sempre, promette ma non mantiene.

Sul finale Bersani ha anche stupito tutti chiedendo ai grillini di proporre un loro candidato Premier a Napolitano che possa cercare una fiducia in Parlamento, lasciando intendere che il Pd, o almeno una parte di esso, potrebbe sostenerlo. Sempre meglio che fare la Grande Coalizione con il centrodestra che lui esclude categoricamente. L’alternativa semmai è andare di nuovo al voto, ma con la legge elettorale attuale non c’è speranza che possa andare diversamente.

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments