Home / Sport / Calcio / Abramovich interrogato dall’FBI sull’assegnazione del Mondiale alla Russia

Abramovich interrogato dall’FBI sull’assegnazione del Mondiale alla Russia

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

abramovich

Abramovich arrestato dall’FBI? A quanto pare la notizia non era completamente una bufala. Nel pomeriggio di ieri ha cominciato a circolare una voce insistente che diceva come il patron del Chelsea Roman Abramovich fosse stato arrestato dalla polizia federale americana. In serata è arrivata poi una smentita da parte dell’oligarca russo, il quale ha aggiunto che la voce era stata messa in circolazione ad arte per dare un duro colpo alle sue aziende quotate in Borsa.

Il giorno dopo si comincia a far luce sulla vicenda. Abramovich ieri era davvero negli Stati Uniti, ed è vero pure che ha fatto una visita all’FBI. Non è vero però che è stato arrestato. Il magnate della Gazprom è stato semplicemente interrogato in merito ad un’indagine sulla presunta corruzione dei vertici FIFA per l’assegnazione alla Russia del Mondiale 2018. La vicenda va avanti già da un po’, praticamente da ancor prima dell’assegnazione della competizione che ha compreso anche il Qatar per il 2022 nel maggio 2011.

Tutto è partito da alcuni giurati che, si è scoperto successivamente, avevano ottenuto dei “regali” in cambio del proprio voto nell’assegnazione della competizione. A far scoppiare l’intera vicenda furono proprio due giornalisti americani che, fingendosi imprenditori, avevano contattato un dirigente nigeriano per offrirgli una mazzetta da 800 mila dollari per dare il voto agli USA per il Mondiale 2018. Una volta smascherato l’inganno, e scoperto che questo dirigente non era l’unico corrotto, gli americani ritirarono la loro candidatura, ma evidentemente le indagini sono proseguite.

Così ieri i federali non si sono lasciati sfuggire l’occasione di fare qualche domandina ad uno degli uomini che stavano dietro l’assegnazione della competizione alla Russia. Abramovich non risulta indagato, ma qualcosa certamente la sapeva.

Roman Abramovich è stato convocato per un interrogatorio all’Fbi, dato che gli americani hanno manifestato interesse sul modo in cui la Russia ha ottenuto il diritto di ospitare il campionato mondiale di calcio nel 2018. L’Fbi sospetta l’esistenza di un fattore di corruzione nella scelta

ha spiegato l’avvocato del magnate russo che così ha di fatto riportato alla luce una vicenda che sembrava ormai superata.

Foto: Wikipedia

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments