Home / Salute / Alimentazione / La dieta contro l’infiammazione, i migliori cibi antinfiammatori

La dieta contro l’infiammazione, i migliori cibi antinfiammatori

cibi antinfiammatori

L’infiammazione è un processo di difesa naturale messo in campo dal nostro organismo per evitare l’ingresso di sostanze tossiche nel corpo attraverso i tessuti danneggiati. Benché l’infiammazione rappresenti un meccanismo regolatorio normale dell’organismo, quando diventa cronica può portare all’insorgenza di diverse malattie. Quando la risposta infiammatoria inizia infatti a ledere anche i tessuti sani questo meccanismo immunitario va fuori controllo. Per contrastare una risposta infiammatoria eccessiva con rimedi naturali è efficace introdurre nella dieta alcuni cibi antinfiammatori.

A confermare le spiccate proprietà antinfiammatorie di alcuni cibi è un recente studio condotto dai ricercatori della University of Alabama di Birmingham. I ricercatori premettono che oggi è l’obesità una delle principali cause dell’infiammazione e che la perdita di peso è efficace per ridurre i processi infiammatori in corso nel nostro organismo. Segue la lista dei migliori cibi antinfiammatori individuati dagli esperti:

  • Gli agrumi. La vitamina C e la vitamina E sono antiossidanti efficaci ed essenziali per l’organismo.
  • Le verdure a foglia verde scuro, molto efficaci nel ridurre l’infiammazione per via dell’alto contenuto di vitamina K.
  • I pomodori grazie al licopene, un pigmento dall’alto potenziale antiossidante.
  • Il salmone, efficace come alimento antinfiammatorio grazie agli acidi grassi Omega-3.

spezie cibi antinfiammatoriIl dottor Lauren Whitt, autore di questa lista, specifica che questi cibi vanno introdotti gradualmente nella dieta quotidiana, apportando anche altri piccoli grandi cambiamenti alle proprie abitudini alimentari come rifornirsi di prodotti freschi e locali, evitare i cibi raffinati, limitare le fritture.

Spesso, spiega il medico, siamo in cerca di soluzioni facili e veloci e ricorriamo ad una pillola quando il nostro organismo attiva una risposta infiammatoria eccessiva. Attraverso l’alimentazione possiamo invece ottenere risultati più efficaci a lungo termine e senza effetti collaterali, aiutando in modo naturale il nostro sistema immunitario. Gli antiossidanti contenuti nella frutta e nella verdura riescono a limitare l’azione dei radicali liberi che distruggono anche i tessuti sani. Come sottolinea l’immunologo Philip Calder della University of Southampton:

Questi nutrienti smorzano la produzione delle sostanze chimiche responsabili dei processi antinfiammatori.

Occorre dunque preferire cibi ricchi di antiossidanti, acidi grassi Omega 3 e fibre. Ottimi anche l’aglio e le spezie. Una dieta antinfiammatoria può ridurre il rischio di diverse malattie croniche legate a processi infiammatori quali l’artrite e il morbo di Alzheimer e alleviare i sintomi dell’infiammazione. E per quanto riguarda i cibi da evitare? Oltre ai sopracitati cibi raffinati, come pane bianco, zucchero raffinato e pasta non integrale, è bene limitare i grassi saturi dalla carne rossa e dei formaggi grassi.

Fonti: UAB News; The simple diet that can fight arthritis and Alzheimer’s disease sul The Daily Mail
Foto: © Thinkstock

Potrebbe interessarti anche:

dieta del supermetabolismo Haylie Pomroy

Dieta del supermetabolismo di Haylie Pomroy: fasi e perdita di peso

Ecco come funziona la dieta del supermetabolismo ideata dalla nutrizionista americana Haylie Pomroy: dalle tre fasi alla perdita di peso prevista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.