Home / Sport / Formula Uno / Gran Premio della Malesia, Vettel in pole all’ultimo secondo

Gran Premio della Malesia, Vettel in pole all’ultimo secondo

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Romain Grosjean

Come da tradizione, le qualifiche del Gran Premio della Malesia si sono fatte entusiasmanti solo all’ultimo secondo. I big questa volta hanno fatto valere la propria superiorità tecnica e dimostrato che non ce n’è per nessuno. Ferrari e Red Bull si sono piazzate nei primi 4 posti della griglia di partenza e tutte le altre sono staccatissime. Certo, era successo anche a Melbourne, ma questa volta non è detto che si possa ripetere la stessa storia.

Ma andiamo con ordine. La giornata si era aperta con la terza sessione delle prove libere in cui le Ferrari avevano preferito mantenere un ritmo basso e lasciar sfogare gli avversari. In pista poche ore dopo però è stata tutta un’altra storia. All’inizio vanno tutti con i piedi di piombo, lasciando trasparire molta tensione ed anche un tatticismo estremo che raramente avevamo visto sin dal secondo Gran Premio della stagione. I big escono in pista solo all’ultimo momento e decidono di non tirare più di tanto, lasciando invece spazio a chi ha bisogno di farsi notare come Sutil e Raikkonen. Per il finlandese, che aveva dominato la giornata di venerdì, questo però sarà l’ultimo sussulto.

Il tempo cambia, e nonostante la pioggia la Red Bull va benissimo, e per questo Vettel può esultare visto che lo scorso anno aveva perso molti punti proprio sul bagnato. La più forte è la Mercedes di Rosberg, ma i primi segnali dai campioni del mondo arrivano da Webber che si avvicina al tempo della pole dello scorso anno di Hamilton. Vettel rischia, forse per tattica, di rimanere addirittura fuori, e per un pelo riesce a piazzarsi nono e a guadagnare la Q3.

Qui accade di tutto. Come al solito tutto si decide all’ultimo giro che vede prima Alonso e poi Vettel strapparsi l’un l’altro la pole, fino all’arrivo del sorprendente Massa che si piazza tra i due e toglie al compagno di squadra anche la seconda posizione. Tutto nel breve giro di un minuto. Questa sarà la griglia di partenza di domattina:

  1. Vettel
  2. Massa
  3. Alonso
  4. Hamilton
  5. Webber
  6. Rosberg
  7. Raikkonen
  8. Button
  9. Sutil
  10. Perez
  11. Grosjean
  12. Hulkenberg
  13. Ricciardo
  14. Gutierrez
  15. Di Resta
  16. Maldonado
  17. Vergne
  18. Bottas
  19. Bianchi
  20. Pic
  21. Chilton
  22. Van der Garde

Foto: Twitter

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments