Home / Salute / Sessualità / Con la vaselina i rischi di vaginosi batterica aumentano

Con la vaselina i rischi di vaginosi batterica aumentano

vasellina

L’uso della vaselina nella zona vaginale  potrebbe esporre le donne a rischi maggiori di contrarre un’infezione batterica. Lo rivela una recente ricerca pubblicata sulla rivista Obstetrics & Gynecology, condotta da un’équipe coordinata dalla dottoressa Joelle Brown dell’Università della California di San Francisco.

Gli esperti mettono in guardia dall’uso ricorrente di vaselina, il petrolato più raffinato, in quanto potrebbe aumentare, nello specifico, il rischio di vaginosi batterica, infezione già di per sé molto comune. Nello specifico il rischio di ammalarsi di vaginosi batterica arriva addirittura a raddoppiare nelle donne che usano la vaselina nella zona vaginale rispetto alle probabilità di insorgenza dell’infezione di chi invece non ne fa uso.

Ma come riconoscere i sintomi della vaginosi batterica? Spiegano gli esperti che chi fa uso di vaselina dovrebbe stare molto attento a sintomi quali bruciore, prurito, dolore e perdite. C’è però da sottolineare che la vaginosi spesso è asintomatica ed è dunque difficile a volte accorgersi di avere un’infezione in corso.

La vaginosi batterica è provocata da una situazione di squilibrio tra i batteri buoni e quelli cattivi nell’area vaginale. Non si tratta di un’infezione rischiosa a lungo termine, tuttavia esserne affette espone a malattie ben più gravi. Le donne colpite da questo tipo di infezione batterica, infatti, risultano più esposte al rischio di contrarre malattie sessualmente trasmissibili e patologie infiammatorie pelviche, responsabili in alcuni casi di infertilità.

Oltre a monitorare i sintomi elencati sopra, le donne che usano la vaselina nella zona vaginale dovrebbero sottoporsi a controlli ginecologici regolari per monitorare l’eventuale presenza di infezioni ed intervenire prima che la vaginosi causi danni peggiori. Lo studio, precisano gli esperti, è stato condotto su un campione troppo ridotto di persone, circa 141 donne, per trarre conclusioni affrettate. Tuttavia è molto probabile che la vaselina possono accrescere il rischio di vaginosi, dal momento che favorisce la crescita di batteri cattivi per via delle sue proprietà alcaline. In generale, qualsiasi prodotto per l’igiene intima o la lubrificazione utilizzato nell’area vaginale va sottoposto al parere di un medico per valutare quali effetti può avere sull’equilibrio batterico della vagina.

Fonte: Health News
Foto: © Thinkstock

Questo articolo ti è stato utile? Condividilo per aiutarci a scriverne altri, grazie!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Potrebbe interessarti anche:

dormire meglio dopo sesso

Salute a letto, dieci sorprendenti benefici del sesso

Fare l'amore fa bene al cuore e alla mente: ecco 10 sorprendenti benefici del sesso, dal miglioramento dell'umore al potenziamento del sistema immunitario.

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.