Cosa vuol dire comprimere un file?

di Redazione
0 commenti
comprimere un file

A volte capita di dover inviare un file, ma la mail non viene spedita. Come mai? Spesso il problema risiede nelle dimensioni del file, che sono troppo grandi e rendono il messaggio troppo pesante per essere inviato.

Le opzioni, a questo punto, sono due: o si cambia il metodo di condivisione del file, che potrebbe essere caricato su un cloud aperto ad altri utenti, oppure si passa alla compressione dello stesso.

Tutti quelli che usano spesso il computer avranno sentito parlare di “comprimere un file”: cosa vuol dire? Lo scopriamo insieme in questo articolo.

I file compressi

Sarà capitato a tutti di scaricare un programma o di ricevere una raccolta di foto o documenti in una cartella ZIP. Questi file sono compressi, ovvero occupano meno spazio di archiviazione ed è più semplice trasferirli via mail o caricarli online.

Comprimere un file è molto semplice: basta cliccare con il tasto destro del mouse sullo stesso, scegliere “invia a” e poi comprimi. Il resto della procedura è automatico.

A questo punto, avrai più spazio sul disco e potrai anche inviare i file più facilmente via mail. Cosa accade durante la compressione? Semplicemente viene eliminata la parte ridondante del codice del file, in modo che il messaggio sia comunque leggibile, ma più contenuto in termini di dimensioni.

Ci sono differenze tra file originale e compresso?

La risposta è no. Comprimendo un file, otterrai lo stesso identico documento, ma solo di dimensioni minori. Tuttavia, c’è un aspetto da considerare: il file compresso non è direttamente utilizzabile.

Una volta ricevuto, bisogna decomprimerlo per poter intervenire sui suoi contenuti. Inoltre, il file compresso è più “fragile”. Alcuni errori di trasmissione possono completamente alterarne il contenuto.

Comprimere i file PDF

Il PDF nasce come file sostanzialmente leggero. Grazie alle sue peculiarità, può essere facilmente trasmesso, aperto da tutti i dispositivi e, grazie ai PDF editor, anche modificato.

Tuttavia, a volte i PDF possono essere molto lunghi o contenere media che aumentano le loro dimensioni. Ecco perché diventa necessario comprimerli.

Questa delicata operazione può essere svolta dai cosiddetti PDF editor, come Soda PDF. Si tratta di software online perlopiù gratuiti e sicuri, protetti da crittografia, che consentono di svolgere moltissime operazioni, protetti dagli occhi indiscreti dei malintenzionati.

Questi software vantano molte funzionalità, come unisci PDF, modifica PDF, converti PDF in altri formati e viceversa, ma anche comprimi PDF. L’operazione è molto semplice: basta recarsi nella sezione dedicata alla compressione, trascinare il file PDF o caricarlo direttamente dal PC e attendere qualche secondo.

Il programma esegue le operazioni in automatico e, al termine, il PDF compresso è pronto per essere scaricato e condiviso. Insomma, si tratta di un’operazione davvero semplice che può essere svolta in ogni momento gratuitamente. Davvero una buona notizia per la tua produttività.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento