Rottura dei capillari: cause e rimedi

di Redazione
0 commenti
capillari gambe

In età avanzata gli uomini e le donne possono soffrire di fragilità capillare, quando iniziano a comparire sulla pelle, soprattutto delle gambe e delle cosce, alcuni capillari o macchie rossastre e violacee. Queste macchie sono la manifestazione dalla rottura dei capillari; tuttavia vi sono dei rimedi per curare questa rottura. Continua la lettura e scopri i migliori prodotti sul sito di farmaciauno.it/fragilita-capillare.

Sintomi della rottura dei capillari

Oltre alla comparsa sulla pelle di macchie simili a dei lividi e delle ramificazioni dei capillari, la loro rottura si manifesta anche in altri modi come:

  • gonfiore alle gambe e alle caviglie;
  • sensazione di pesantezza alle gambe;
  • ramificazioni di capillari sulla pelle.

Cause della rottura dei capillari

Tra le cause principali della rottura capillare troviamo:

  • stress;
  • alimentazione sbagliata: carenza di vitamine o condizioni di sovrappeso e obesità;
  • sedentarietà;
  • eccessiva esposizione al sole;
  • alterazioni ormonali (soprattutto in gravidanza);
  • predisposizione genetica.

Aggiungiamo a questi motivi i fattori esterni, soprattutto climatici: nelle stagioni più calde, infatti, la rottura capillare delle zone interessate può verificarsi con frequente intensità, insieme al loro gonfiore. Alle volte la rottura viene considerata un problema di mera natura estetica, e in alcuni casi può essere tale; in altri casi, però, potrebbe essere anche il segnale di problemi di altro tipo, come l’insufficienza venosa. È bene dunque tenere sempre sotto controllo la situazione con continui esami ed accertamenti.

Perché si rompono i capillari delle mani

In caso di particolari stress e sforzi delle mani, come il sollevamento di pesi eccessivi, la rottura dei capillari può interessare anche le mani, oltre alle gambe. Oltre agli sforzi, queste rotture possono anche essere il sintomo e la manifestazione di problemi di altro tipo, come, in particolare:

  • carenza di vitamina C;
  • problemi di circolazione periferica.

Come curare la rottura dei capillari delle mani

In questi casi per la cura della rottura dei capillari nelle mani è indicata la pressoterapia: la cura prevede l’applicazione di bendaggi con dei cuscinetti nella zona interessata, che si gonfiano e si sgonfiano in sequenza, così da applicare una pressione variabile con lo scopo di stimolare e migliorare la circolazione. Oltre alla pressoterapia, è possibile anche seguire una terapia farmacologica con dei medicinali composti anche da ingredienti naturali come vitamina C, D, K ed E, tutti prodotti utili contro la rottura dei capillari e che in commercio si trovano anche sotto forma di pomate da applicare localmente.

Prevenzione: uno stile di vita sano

Bastano poche e semplici accortezze per proteggere i capillari, utili per il benessere di tutto l’organismo:

  • Condurre uno stile di vita sano è tra i principali modi per prevenire la rottura capillare e per contrastarla. Una corretta alimentazione ricca di fibre e vitamine viene raccomandata anche per favorire la circolazione del sangue e la pulizia delle vene.
  • Un po’ di attività fisica, o semplicemente del movimento è fortemente consigliato per mantenere attiva la circolazione, rinforzando le vene ed evitare la rottura capillare. Al contrario, lo stare fermi nello stesso punto e nella stessa posizione per molto tempo è del tutto sconsigliato; in questi casi, se proprio non si può evitare, è meglio fare delle pause in cui sollevare le gambe in alto per qualche minuto.
  • Indossare indumenti elastici, come calze contenitive o che svolgano comunque la funzione di comprimere, stimolare e favorire la pressione sanguigna. Al contrario, sono da evitare gli indumenti stretti.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento