Rinnovo patente: come e dove si fa, il costo varia a seconda della Regione

di Onofrio Marco Mancini
0 commenti
rinnovo patente

La patente è una licenza rilasciata dalla Motorizzazione Civile o dalla Prefettura che dà l’autorizzazione a guidare. Questa autorizzazione segue una serie di accertamenti che assicurino la guida in sicurezza sulle strade pubbliche. Se la prima volta la patente viene rilasciata dopo l’accertamento di conoscenze teoriche e pratiche, dalle fasi successive non si valuta più se l’automobilista sia capace di guidare, ma solo se sia ancora in grado di farlo. In altre parole il rinnovo patente serve per assicurarsi che ci siano ancora le condizioni psico-fisiche per mettersi al volante.

Per condizioni psico-fisiche si intendono riflessi ancora pronti (a vent’anni sono certamente diversi che a 70), se sono sopravvenute nel frattempo malattie che non consentono la guida, o se per esempio la vista è calata. Basti pensare ad una persona che all’inizio non aveva l’obbligo di indossare gli occhiali, ma che dopo tanti anni comincia ad avere un abbassamento della vista, e quindi potrebbe averne bisogno. Nella nostra guida vedremo come, quando e dove si può effettuare il rinnovo della patente.

Quando si fa il rinnovo patente

Secondo quanto prescritto dalla legge, la patente di guida si deve rinnovare ogni 10 anni fino al raggiungimento dei 50 anni di età, e ogni 5 anni successivamente, fino ai 70 anni. Tra i 70 e gli 80 anni si rinnova ogni 3 anni, dopo gli 80 anni ci si deve sottoporre all’esame ogni due anni. Queste sono le regole per quanto riguarda la patente B, la più comune, ovvero quella che consente di guidare l’auto, e per la patente A (ciclomotori). Per la C, di cui ci siamo occupati in un approfondimento apposito, i controlli si effettuano ogni 5 anni, e ogni 2 dopo i 65 anni; mentre per la patente D (autobus) si effettuano ogni 5 anni fino ai 60 anni e ogni anno successivamente.

Dove si rinnova la patente

Per il rinnovo patente ci si può rivolgere ad una scuola guida (non tutte però offrono questo servizio), all’Aci, alla Motorizzazione Civile o all’apposito ufficio della ASL. Prima di recarsi alla Motorizzazione o all’Aci è bene prendere appuntamento per non dover aspettare troppo. Tenete d’occhio la dicitura “scadenza” sulla vostra patente perché guidare con la patente scaduta è un reato, non c’è un tempo di tolleranza. Per prenotare la visita per il rinnovo della patente si hanno infatti 4 mesi di tempo prima che la patente scada. Dopo la scadenza non è più possibile guidare, fino al rinnovo. Attenzione perché se la patente è scaduta da più di 3 anni, non basterà eseguire una visita medica per rinnovarla, ma sarà scaduta definitivamente e bisognerà rifare l’esame per ottenerla.

Il rinnovo patente si limita ad una normale visita medica. Questa si tiene presso l’ambulatorio della ASL o quello della Motorizzazione Civile. In rari casi anche presso la scuola guida, se va un medico in sede. In questa visita verranno effettuati una serie di test sulla vista, atti a comprendere se c’è necessità di lenti obbligatorie, oppure se i riflessi sono appannati. Dopo l’esame, se superato, il medico rilascerà un documento sostitutivo che permette di guidare anche con la patente scaduta, finché non si riceverà a casa la patente rinnovata.

Costi e documenti per rinnovare la patente

Prima di recarsi all’appuntamento per la visita per il rinnovo patente, bisogna assicurarsi di avere a disposizione i seguenti documenti:

  • Patente
  • Carta d’identità o altro documento di riconoscimento
  • Tessera sanitaria o codice fiscale
  • Due fotografie in formato tessera
  • I bollettini pagati (vedi sotto) e la marca da bollo
  • Eventuali certificati medici attestanti qualche condizione che può influire sulla guida

Costi

In merito ai costi, bisognerà pagare un bollettino (in posta o tramite home banking) e bisognerà acquistare una marca da bollo da 16 euro. Il bollettino dev’essere intestato al Ministero dei Trasporti c/c 9001 dell’importo di 10,20 euro. Eventualmente, se non si ha il tempo di passare da un tabacchino ad acquistare la marca da bollo, si può pagare il bollettino apposito con le stesse modalità del precedente (c/c 4028 intestato alla Motorizzazione Civile) sempre da 16 euro.

Purtroppo i costi non finiscono qui, in quanto in sede di visita medica bisognerà anche pagare il medico (tramite un altro bollettino), e se ci si è rivolti ad una scuola guida, ci sarà da affrontare anche la spesa dell’autoscuola. Il prezzo della visita medica varia da regione a regione, e di solito si attesta su qualche decina di euro, quello della scuola guida dipende dall’istituto stesso. Infine l’ultima spesa da affrontare è di 6,86 euro per coprire i costi della raccomandata assicurata con la quale la nuova patente vi arriverà a casa. Questa spesa sarà corrisposta direttamente al postino al momento della consegna in contanti. Consigliamo di far trovare l’importo esatto disponibile in quanto solitamente non viene corrisposto il resto.

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento