Browser lento? Forse è colpa di un’estensione o della cache

di Onofrio Marco Mancini
0 commenti
Browser lento

Quante volte vi è capitato di inveire contro il vostro browser lento? Pagine che si caricano lentamente, ventola di raffreddamento che parte immotivatamente, programmi che si bloccano. Sono tanti i disagi che possono scaturire da un piccolissimo dettaglio della vostra configurazione. Sì perché a volte basta un’estensione del browser per rovinare tutto. Ecco una breve guida su come fare per capire se avete configurato male il vostro software o c’è qualche problema più serio nel vostro PC.

Prima di cominciare a smanettare tra le opzioni di configurazione, bisogna capire come usiamo il computer. Sì perché se aprite contemporaneamente numerose pagine, è normale che il browser assorbirà RAM e di conseguenza rallenterà tutti i processi. Quindi tanto per cominciare, cercate di tenere aperte quante meno pagine possibile. Se avete un Mac aprite il pannello denominato “Monitoraggio Attività”, se avete un PC con Windows 10 aprite il “Task Manager”. Ora selezionate il pannello dei processi aperti e vedete quali sono quelli che vi “succhiano” più Cpu. A meno che non abbiate qualche programma pesante in corso, è certo che sia il browser web quello con l’attività maggiore. Quel che resta da capire è se l’attività sia eccessiva oppure no. Se vedete che il browser sta prendendosi troppe risorse, potete procedere come segue.

Chrome

Se il vostro browser di riferimento è Google Chrome cliccare sui tre puntini in alto a destra e selezionare Altri strumenti->Task Manager. Il risultato sarà una tabella che vi indica ogni tab aperta quanto sta consumando. Per facilità di utilizzo vi consigliamo di cliccare sulla scritta “footprint di memoria”, così da ordinare i vari task dal più pesante al più leggero. Se il problema è che si attivano le ventole, vuol dire che state consumando tanta CPU. Quindi cliccare sulla scritta CPU per vedere quali pagine consumano di più. Non sempre quelle che consumano più CPU sono le stesse che consumano più memoria. Se c’è qualche pagina che sta consumando tanta memoria è possibile chiuderla, senza chiudere l’intero browser, selezionandola dall’elenco e cliccando su “Termina processo”.

Se non si può chiudere nessuna pagina, o non sono quelle ad occupare troppe risorse, può esserci qualche problema con le estensioni. Per capire quali estensioni sono installate sul browser Chrome basta seguire questo percorso: cliccare sui tre puntini e poi Altri Strumenti->Estensioni. Qui potete vedere tutte quelle utilizzate e magari disattivare quelle inutilizzate, o cancellarle del tutto. Da qui potreste anche vedere la presenza di eventuali estensioni malevole o altri programmi che sarebbe meglio non avere sul proprio PC.

A volte è la cache a causare il browser lento. Per cancellare la cache su Chrome si può procedere in questo modo: cliccare sui tre puntini in alto a destra->Impostazioni->Privacy e Sicurezza->Cancella dati di navigazione. Quando il sistema vi chiederà quali dati volete cancellare, potete scegliere quelli che volete. Per la cache dovete selezionare la voce “Immagini e file memorizzati nella cache”.

Mozilla Firefox

Se il browser che usate è Firefox, la procedura non è molto diversa dalla precedente. Basta andare in alto a destra, dove ci sono i tre trattini e cliccare su “Componenti aggiuntivi”. Si aprirà un nuovo pannello con diverse voci. A quella “Personalizzazione” consigliamo di lasciare tutto inalterato perché varie personalizzazioni possono contribuire a rallentare il browser. In alto a sinistra cliccare su “Estensioni” e quindi analizzare tutte le estensioni installate per trovare quella inutile o dannosa. È consigliabile anche eseguire il controllo aggiornamenti dalla rotellina in alto nella pagina (anche se Firefox si aggiorna automaticamente di solito).

Prima di disinstallare qualche estensione, vi consigliamo di procedere in questo modo. Aprite il pannello delle impostazioni (i tre trattini in alto a destra), scorrete verso il basso fino ad “Aiuto” e poi selezionate “Riavvia disattivando i componenti aggiuntivi”. Con questa modalità Firefox sarà “vergine”, cioè senza alcun componente installato. Provate a navigare per vedere se è ancora lento oppure no. Se è ancora lento è probabile che il problema non sia del browser ma del computer. Se invece va più veloce c’è qualche estensione che rallenta i processi.

Il browser lento può anche essere dovuto alla cache. Quindi si può procedere a cancellare la cache su Firefox in questo modo: cliccare sui tre trattini in alto a destra->Opzioni->Privacy e Sicurezza->Cookie e dati dei siti web->Elimina dati. Si aprirà una finestrella, potete scegliere se eliminare solo la cache o anche tutti i cookie, quindi cliccare su Elimina. A mali estremi potete provare a reinstallare Firefox, oppure creare un nuovo profilo che vi permetterà di ripartire da zero.

Internet Explorer o Edge

Anche Internet Explorer, denominato nella nuova versione di Windows 10 “Edge”, può avere estensioni malevole. In questo caso andare in alto a destra dove ci sono i tre puntini, cliccare e selezionare “Estensioni”. A questo punto potete valutare se c’è qualche programmino inutile o sospetto, e magari cancellarlo.

Se il problema non sono le estensioni, potrebbe essere che la versione del vostro browser sia vecchia, quindi provate a scaricare una versione più recente. Per cancellare la cache su Internet Explorer basta cliccare in alto a destra sui puntini, poi selezionare Impostazioni. Selezionare la seconda scheda “Privacy e sicurezza”, quindi dove compare la scritta “cancella dati delle esplorazioni” premere il pulsante. Da qui potete decidere cosa cancellare e cosa invece conservare, quindi concludere l’operazione cliccando su “Cancella”.

Safari

Infine gli utenti Mac potrebbero avere problemi con il loro browser Safari. Uno dei casi più noti è quello della cache piena. La cache è una sorta di contenitore dove vengono memorizzati miliardi di dati dei siti web visitati. Dunque dopo mesi di navigazione questo contenitore potrebbe essere strapieno. Per svuotarlo si possono scaricare app apposite oppure cancellarlo manualmente. Per farlo, dalla barra del menu cliccare su Preferenze->Avanzate->Mostra sviluppo nella barra del menu->Sviluppa->Svuota Cache. È possibile anche cancellare manualmente la cronologia seguendo questi passaggi: dal Menu cliccare su Cronologia->Cancella cronologia. Consigliamo di scegliere un intervallo di tempo non molto lungo e non di cancellare l’intera cronologia in un colpo solo, altrimenti il browser potrebbe bloccarsi e metterci tantissimo tempo per cancellarla tutta.

Se il problema è invece nelle estensioni, per valutarle si può seguire questa procedura: dalla barra del menu selezionare Preferenze->Estensione e qui valutarle una per una. È possibile semplicemente disattivarle manualmente senza cancellarle per cercare di capire qual è quella che rallenta tutto il sistema.

Problemi generici

Tra i problemi generici che possono capitare con qualsiasi browser c’è la possibilità di interferenza con l’antivirus o il firewall. Può darsi che un browser venga visto dall’antivirus come malevolo o sospetto, quindi inserirlo tra le eccezioni autorizzate. Infine ricordiamo che se aprite più pagine, o più browser diversi, è molto probabile che li rallenterete tutti, o che avrete a che fare con le ventole sempre accese.

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento