Quando smettono di crescere i gatti: aumento di peso e taglia adulta

di Paola Pagliaro
0 commenti
quando smettono di crescere i gatti

Alcuni gatti sono leggeri e pesano pochi chili, altri possono arrivare a pesare anche 9 kg. Nei gatti infatti non sono solo il colore del mantello e degli occhi, la forma del corpo, delle orecchie, degli occhi e della coda a cambiare, ma anche la taglia. Ci sono razze più snelle come l’agilissimo Sphynx e il Siamese e razze più grandi come il Maine Coon e il Ragdoll. In questo articolo scopriremo quando smettono di crescere i gatti.

Fino a quando cresce un gattino

Molti proprietari di gattini si chiedono infatti fino a quando il loro micio continuerà a crescere e ad aumentare di peso. Ebbene, i gattini crescono molto rapidamente fino ai 6 mesi di vita. Successivamente tra i 6 e i 12 mesi solitamente raggiungono già la loro taglia “adulta”.

Questo, però, non significa necessariamente che i gatti che hanno più di un anno non cresceranno più. Purtroppo, ad esempio, potrebbe crescere “in larghezza”, ingrassando a causa di una dieta sbilanciata e/o di una vita troppo sedentaria. Anche se un gatto ciccione può sembrare simpatico da vedere e coccolare, è importante farlo ritornare in breve tempo al suo peso forma perché l’obesità è una condizione pericolosa per la salute.

Quanto diventerà grande un gatto

Molti proprietari si chiedono anche quanto diventerà grande il gatto, cercando di prevedere quanto peserà da adulto il proprio gattino. In genere il gatto domestico medio arriva a pesare circa 4 chili e mezzo. Ma i maschi delle razze di gatti più grandi, come il Maine Coon, possono arrivare a pesare 9 chili.

I gatti sono diversi dai cani per molti aspetti. Nei gatti ad esempio non c’è alcuna correlazione tra la taglia della zampa, la sua altezza e il suo peso. Zampe più grandi non indicano che il gatto diventare più grande da adulto. Quello che influisce sullo sviluppo del gatto è la genetica. Ci sono 19 paia di cromosomi che controllano la lunghezza del pelo, il colore del mantello e anche la taglia.

Per capire quanto diventerà grande un gatto, un buon indizio è guardare i genitori. Anche se ad influire sarà anche il sesso del micio. I maschi ad esempio di solito sono più grandi delle femmine e la loro crescita può durare più a lungo.

Gatti da record

Tornando ai tempi in cui il gatto raggiunge la sua taglia definitiva, ci sono, però, delle eccezioni. Ad esempio i Maine Coone possono impiegare fino a 5 anni prima di raggiungere la loro taglia definitiva.  Un gatto di nome Stevie è entrato nel Guinness dei Primati per la sua lunghezza record di 123 centimetri

Ci sono poi gatti piccolissimi, come i gatti affetti da nanismo o dwarfismo. Questi felini hanno dimensioni lillipuziane a causa di mutazioni genetiche o di malfunzionamenti della ghiandola pituitaria. Un gatto di razza Munchkin chiamato Lilieput è entrato nel Guinness dei Primati per essere il gatto più piccolo. I gattini affetti da nanismo non solo crescono poco, ma crescono più lentamente rispetto ai gatti sani.

Le fasi della crescita del gattino

I gattini appena nati trascorrono gran parte del tempo a mangiare e a crescere. Prendono peso velocemente nel primo anno di vita. Nelle prime 8 settimane di vita diventano 8 volte più grandi. Di seguito uno schema che riassume le tappe della crescita dei gatti dalle prime settimane fino al primo anno di vita.

  • Meno di una settimana di vita: i gattini pesano meno di 110 grammi; 
  • dai 7 ai 10 giorni pesano tra i 110 e i 170 grammi;
  • dai 10 ai 14 giorni pesano tra i 170 grammi e i 226 grammi;
  • tra i 14 e i 21 giorni di vita pesano dai 226 grammi ai 340 grammi; 
  • a 4-5 settimane pesano tra i 340 grammi ai 450 grammi;
  • tra le 6 e le 7 settimane raggiungono un peso compreso tra i 450 grammi e i 670 grammi;
  • a 8 settimane pesano tra i 670 grammi e i 900 grammi; 
  • a 12 settimane pesano tra gli 1,3 kg e i 2,5 kg;
  • i gattini a 16 settimane di vita pesano tra i 2,5 kg e i 3,4 kg;
  • infine, tra i 6 mesi e un anno di vita pesano tra i 3,6 kg e i 6,8 kg.

In conclusione, gran parte dei gatti raggiunge la sua taglia già a 6 mesi e smette di crescere a un anno. Quando si tratta di adottare un gatto è bene ricordare dunque che resterà gattino per poco e che non c’è molta differenza dunque nel dare una possibilità anche a un gatto già adulto.

Fonte: Catster

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento