10 modi per liberarsi della rabbia in modo sano

di Paola Pagliaro
0 commenti
rabbia

La rabbia è un sentimento primario che va ascoltato perché ci comunica cosa non ci piace, cosa dev’essere cambiato e ci spinge a ribellarci di fronte a ingiustizie e trattamenti che non meritiamo. Ma quando la rabbia si manifesta di continuo e senza un giustificato motivo, anche per sciocchezze come rimanere imbottigliati nel traffico o una fila troppo lunga alla cassa, rischia di rovinare le nostre relazioni lavorative e familiari. Nessuno ama stare vicino a persone sempre arrabbiate che si rovinano i momenti belli per un nonnulla. Trattenere la rabbia non fa meno male che sfogarla in modo plateale: può infatti causare frustrazione, ipertensione e ansia, trasformandoci in una bomba pronta a esplodere.

In questo caso è consigliabile cercare di sfogare la rabbia repressa in modo sano, prima che sfoci in discussioni troppo accese e crei malintesi con chi ci sta accanto. Per liberarsi della rabbia ci sono tante strategie efficaci che si possono mettere in atto da soli, ma quando il problema diventa serio è importante rivolgersi a uno psicologo per capire l’origine della rabbia e fare un lavoro su se stessi, liberandosi una volta per tutte della rabbia eccessiva e ingiustificata. Esprimere la rabbia in modo sano, incanalandola efficacemente, fa bene alla salute perché riduce il rischio di malattie cardiache.

Di seguito 10 modi per liberarsi della rabbia:

  1. Fai dei respiri lenti e profondi usando la pancia per respirare. Non trattenere il respiro perché peggiora la situazione. Esercitati a respirare lentamente più volte al giorno (3 volte per 5-10 minuti).
  2. Recita un mantra confortante. Scegli una frase ad esempio “Calmati” o “Andrà tutto bene” che ti aiuti a recuperare la calma.
  3. Visualizza uno scenario felice quando stai per esplodere, concentrandoti sui suoni, sugli odori e sui colori proprio come se fossi nella tua oasi di pace e serenità.
  4. La prossima volta in cui ti trovi di fronte a una situazione stressante, fai una passeggiata, pratica lo yoga o balla. Il movimento ti aiuterà a sfogare la tensione in modo positivo, a far sbollire la rabbia e a recuperare il buonumore.
  5. Cambia prospettiva. Anche se ti sembra che il mondo oggi ti stia cascando addosso e che tutti combuttino per farti innervosire, è solo una giornata storta. Domani andrà meglio.
  6. Sfogati con un amico o con un familiare. Non devi reprimere la tua rabbia, ma farla uscire nel modo giusto e con le persone giuste. Se sei infuriato con il tuo capo, non reagire d’istinto. Sfogati prima con un amico o con il tuo partner, che ti aiuteranno a calmarti e a vedere le cose più lucidamente, suggerendoti la strategia migliore a mente fredda e non coinvolta nel diverbio.
  7. Non prenderti troppo sul serio, guardati dall’esterno e trova alcune situazioni buffe, come se fosse un film tragicomico. L’autoironia può esserti di grande aiuto.
  8. Cambia ambiente. Se l’ufficio è fonte di stress o casa tua è disordinata e ingombra di oggetti sgombra la mente uscendo a fare due passi o recandoti in un posto più rilassante.
  9. Riconosci le cose che ti fanno arrabbiare e intervieni per eliminare i fattori scatenanti. Ad esempio se un tuo collega picchietta con le dita sul tavolo e ti infastidisce, chiedigli gentilmente di smetterla oppure indossa delle cuffie. Se rimani sempre bloccato nel traffico con la tua auto prova a prendere i mezzi pubblici, a condividere il percorso casa-lavoro con un collega per approfittare degli ingorghi per chiacchierare e socializzare, oppure cambia strada.
  10. Concentrati su quello che va bene, esprimendo ogni sera gratitudine per almeno 3 cose belle che ti sono successe e per cui ti senti fortunato da annotare su un diario.

Fonte: Healthline

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento