La dieta anticancro da seguire durante e dopo la chemioterapia

di M'informo Salute
0 commenti

Sapere cosa mangiare durante e dopo la chemioterapia è importante per i malati di cancro. La dieta infatti può essere un valido alleato contro il tumore. Lo sanno bene gli specialisti che hanno creato la Food bank in oncology, la Banca del cibo in oncologia, un portale nato per aiutare i pazienti oncologici a seguire una dieta efficace contro il cancro.

Il progetto è nato grazie all’impegno della Fondazione Tera per l’adroterapia oncologica con il sostegno della fondazione Allianz Umana Mente. Ad aggiornare il portale sono gli specialisti dell’Istituto dei tumori di Milano, dello Ieo, l’Istituto europeo di oncologia, e dell’Associazione italiana oncologia medica.

Il ruolo della dieta nella prevenzione di metastasi e recidive

Del ruolo del cibo nella lotta al cancro si parla sul numero del 12 novembre 2019 del settimanale Starbene. Il dottor Giovanni Apolone, direttore scientifico dell’Istituto nazionale dei tumori di Milano, spiega che mangiare sano è importante non solo nella prevenzione terziaria, cioè per abbassare il rischio di metastasi e recidive, ma anche per minimizzare gli effetti tossici dei farmaci chemioterapici e della radioterapia.

Pubblicità

Lo specialista fornisce ai malati di cancro alcune linee guida sulla dieta da seguire durante la chemioterapia e alla fine delle terapie oncologiche:

  • bere tanta acqua;
  • consumare tanti cibi detox, come frutta e verdura fresca;
  • ridurre il consumo di farine molto raffinate;
  • limitare il consumo di carni lavorate.

Questi accorgimenti sono utili per limitare le reazioni avverse della chemioterapia e della radioterapia e favorire la ripresa.

No all’alcol

Tra le bevande da evitare durante e dopo la chemio ci sono gli alcolici. Gli esperti spiegano che l’alcol ha un effetto citotossico, è cioè un veleno per le cellule. Inoltre viene convertito in acetaldeide, una sostanza che può innescare mutazioni del DNA associate all’insorgenza del cancro.

Pubblicità

Diversi studi hanno scoperto un’associazione pericolosa tra l’assunzione di alcol e l’aumento del rischio di recidive e metastasi del carcinoma mammario. Perciò le linee guida delle associazioni per la lotta al cancro raccomandano ai pazienti oncologici, e in generale a tutta la popolazione, di non bere alcolici neanche in piccole quantità.

La Food bank in oncology

Il portale della Food bank in oncology è ricco di consigli e idee per piatti salutari ed è facile da consultare. Il database è suddiviso in quattro macrosezioni:

  1. la dieta per il paziente oncologico;
  2. le schede nutrizionali dei cibi;
  3. le ricette;
  4. lo stile di vita.

La dottoressa Lucilla Titta, ricercatrice dello Ieo, illustrando il progetto, ha spiegato che il cibo ha anche un aspetto psicologico per i malati di cancro. È importante che il paziente capisca che si possono preparare dei piatti salutari e nutrienti senza dover rinunciare al gusto. Non a caso nella realizzazione delle ricette sono stati coinvolti anche chef stellati che hanno preparato piatti creativi e degni dei palati più raffinati, rispettando le linee guida nutrizionali degli istituti anticancro.

Le ricette per ogni sintomo da chemioterapia

Pubblicità

Molto utile anche la sezione che permette di ricercare le ricette per “Sintomi da terapia”, come nausea e vomito, diarrea, perdita di appetito e affaticamento. Cliccando su “nausea” ad esempio troviamo una salsa cremosa allo zenzero e dei taralli integrali allo zenzero e alla curcuma.

Contro la diarrea il menu anticancro prevede un’insalata di patate e un purè di carote aromatico.

Per la perdita di appetito, gli chef e gli oncologi propongono chips di frutta al forno, chips di verdura al forno, crudités di verdura con salsa allo yogurt e frutta secca alle spezie.

Pubblicità

Per combattere la stanchezza è possibile gustare delle barrette energetiche ai fiocchi d’avena, frutta secca e cioccolato fondente. Oppure un frullato di mango, banana e anacardi.

Il dottor Apolone fa notare che, oltre alla dieta anticancro, i pazienti oncologici possono prevenire metastasi e recidive anche smettendo di fumare, combattendo la sedentarietà con un regolare esercizio fisico e mantenendo il peso forma.

Scopri anche se è possibile avere rapporti sessuali durante la chemioterapia.

Fonti: Starbene 12 novembre 2019; Food bank in oncology

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento