Home / Salute / Alimentazione / La dieta della banana al mattino: come funziona e quanto fa dimagrire

La dieta della banana al mattino: come funziona e quanto fa dimagrire

Mangiare banane ogni giorno a colazione fa dimagrire. È quanto sostiene la dieta della banana al mattino, un regime dimagrante ideato in Giappone conosciuto anche come asa-banana diet. La dieta della banana mattutina è stata formulata da due giapponesi: la farmacista Sumiko Watanabe, esperta di medicina preventiva, e suo marito Hamachi, specializzato in medicina tradizionale cinese e counseling alla Japan Body Care Academy.

Le basi della dieta della banana

La dieta si basa su pochi principi molto semplici:

  • consumare più frutta;
  • diventare più consapevoli dei propri livelli di sazietà;
  • cenare alle 8 di sera;
  • tenere un diario alimentare.

Non bisogna seguire regole rigide per quanto riguarda i pasti, né contare le calorie. A pranzo e a cena si può mangiare quello che si mangia di solito, a patto però di fermarsi quando ci si sente sazi all’80%. Dopo cena è vietato mangiare dolci.

La dieta della banana al mattino prevede anche di andare a letto prima di mezzanotte e di dormire bene per favorire il dimagrimento.

Secondo gli esperti del portale di salute americano WebMD, che hanno recensito il popolare regime giapponese, la dieta della banana fa dimagrire semplicemente perché si consumano meno calorie. Al momento non ci sono prove scientifiche che funzioni per perdere peso, ma solo le testimonianze di chi l’ha seguita.

Cibi consentiti e cibi vietati nella dieta della banana

Ci sono diverse versioni della dieta della banana mattutina, ma sono tutte molto simili.

Colazione

Per colazione, come suggerisce il nome stesso della dieta, bisogna mangiare delle banane crude. No dunque alle banane cotte. Sono proibite anche quelle congelate. È possibile sostituire le banane con un altro frutto. L’essenziale è che nello stesso pasto non si consumino mai due tipi diversi di frutta.

Se si è ancora affamati, bisogna aspettare dai 15 ai 30 minuti prima di mangiare qualcos’altro.

Pranzo e cena

A pranzo e a cena, come anticipavamo, si può mangiare come al solito. Gli ideatori della dieta raccomandano però di preferire il cibo giapponese, in particolare il riso per pranzo.

Merenda

Nello schema della dieta è prevista una sola merenda nel pomeriggio. Si tratta dell’unico pasto della giornata in cui sono ammessi i dolci.

I cibi vietati nella dieta della banana includono latticini e gelati.

Considerazioni generali

Questa dieta è facile da seguire perché non bisogna eliminare molti cibi, né tagliare le porzioni. Bisogna solo eliminare i latticini e smettere di mangiare quando si sta per raggiungere il livello di sazietà.

Il pasto più monotono e restrittivo è la colazione, che prevede di mangiare solo banane o un altro frutto a scelta.

Non sono invece previste limitazioni sui metodi di cottura. Anche i costi sono ridotti, perché non bisogna acquistare pasti confezionati. Le banane inoltre sono economiche e facilmente reperibili tutto l’anno.

Per quanto riguarda l’esercizio fisico viene incoraggiata la camminata giornaliera, ma solo se non è troppo stressante.

La dieta è adatta ai vegetariani, ai vegani e a chi ha delle restrizioni alimentari perché è abbastanza flessibile sui cibi da inserire nel menù.

Il parere dell’esperto sulla dieta della banana

Secondo il dottor Michael Smith, direttore medico di WebMD, la dieta a base di banane probabilmente funziona per dimagrire perché si mangia di meno. Tuttavia non esiste nessuna associazione tra il mangiare una banana al mattino e la perdita di peso. Anche non mangiare più nulla dopo le 20:00 non è miracoloso. Semplicemente aiuta a tagliare le calorie, soprattutto in chi è abituato a mangiare tardi.

Allo stesso modo smettere di mangiare quando non si è completamente sazi fa sicuramente assumere meno calorie ogni giorno e a lungo termine fa perdere i chili di troppo.

Per l’esperto la dieta della banana è ottima per chi non vuole apportare grossi cambiamenti al proprio regime alimentare o non si sente ancora pronto. Può essere usata come regime di transizione verso un piano ipocalorico più rigido.

Bene l’accento sul sonno

Il medico americano apprezza il fatto che la dieta della banana ponga l’accento sull’importanza di dormire bene per dimagrire. In effetti diversi studi confermano che dormire dalle 7 alle 9 ore a notte sia positivo per la linea. Chi dorme un numero di ore sufficiente ogni notte pesa di meno. Questo perché quando si è stanchi c’è una maggiore probabilità di mangiare cibi spazzatura e di mangiare troppo.

Male l’assenza di esercizio fisico

L’esperto non condivide invece le indicazioni sull’esercizio fisico, ritenuto facoltativo se troppo stressante. Il medico fa notare che allenarsi regolarmente aiuta a dimagrire, a dormire meglio e a gestire lo stress in modo efficace.

Il dottor Smith spiega che, come tutte le diete sane e non restrittive che eliminano i cibi spazzatura, anche la dieta della banana può aiutare a prevenire malattie cardiache, diabete, colesterolo alto e pressione alta.

Il medico promuove la dieta perché insegna delle buone abitudini alimentari che a lungo termine fanno perdere peso senza troppi sacrifici.

Scopri anche la dieta Sense o dieta delle manciate.

Fonte: WebMD

Potrebbe interessarti anche:

cavolo crudo rischi e benefici

Mangiare il cavolo crudo: benefici per la salute e rischi per la tiroide

Mangiare il cavolo crudo in quantità moderate è sicuro per la maggior parte delle persone e fa bene alla salute degli occhi e del cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.