Home / Rubriche / I love Pavia / All’Autunno Pavese 2019 il tipicamente buono e le effervescenze di un territorio che vive

All’Autunno Pavese 2019 il tipicamente buono e le effervescenze di un territorio che vive

Autunno Pavese 2019
Riso, salame, vino ma anche pane, ortaggi e dolci protagonisti dell’Autunno Pavese 2019

Il calore di un risotto fumante che racconta un intero territorio in ogni chicco, la dolcezza della zucca Bertagnina, della cipolla di Breme e delle ofelle di Parona, l’effervescenza delle bollicine della Croatina, del Buttafuoco storico e del Pinot nero, il gusto forte e deciso del salame di Varzi. Tutto questo e molto altro è stato l’Autunno Pavese 2019, fiera enogastronomica giunta quest’anno alla sua sessantasettesima edizione. Un’edizione all’insegna del Tipicamente buono che non ha deluso le centinaia di visitatori che hanno affollato Palazzo delle Esposizioni dal 18 al 21 ottobre.

Protagonisti indiscussi di ogni serata i risotti. Sabato a conquistare il palato dei visitatori è stato il risotto con crema di zucca bertagnina e granella di amaretto cucinato dallo chef dell’agriturismo Casa Garello di Godiasco.

Stand dei prodotti di zucca bertagnina

Tra una raffinata degustazione nell’area risotti al più spartano “panino con molto salame buono”, da addentare al volo passeggiando tra le decine di stand dei prodotti tipici del territorio, l’Autunno Pavese si è fatto assaggiare nelle sue tante forme e sapori.

Claim dello stand del salame di Varzi

Molto istruttiva la degustazione di vini dell’Oltrepò orientale (Val Versa e valle Scuropasso) curata dall’ONAV di Pavia, l’Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino. Una lezione ben esposta che ha fornito ai partecipanti del laboratorio i rudimenti per assaggiare un vino: da come tenere tra le mani il calice per non modificare la temperatura del vino a come riconoscere le note fruttate del Bonarda, del Buttafuoco storico e del moscato passito dell’Oltrepò pavese.

Degustazione di vini dell’Oltrepò orientale (Val Versa e valle Scuropasso) curata dall’ONAV di Pavia, l’Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino.

I vini nei loro colori cangianti, testimoni di un eterno movimento, sono stati ben rappresentati anche artisticamente nell’installazione Effervescenze di Alessandra Angelini, direttrice artistica della Civica Scuola d’Arte ARVIMA di Pavia.

Effervescenze
Effervescenze fluide nell’aria, l’installazione realizzata da Alessandra Angelini, direttrice Artistica della Civica Scuola d’Arte ARVIMA di Pavia

Vini, riso, salumi e le altre delizie enogastronomiche tipiche della provincia di Pavia sono state tra le protagoniste del documentario Le meraviglie pavesi proiettato nel corso della rassegna enogastronomica. Una celebrazione delle bellezze naturali e culturali del pavese: dalle lussureggianti risaie della Lomellina alla storica università di Pavia, dalla tradizione calzaturiera di Vigevano ai poli medici più all’avanguardia come il Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica (CNAO), specializzato nel trattamento dei tumori inoperabili e resistenti alla radioterapia.

Presente all’Autunno anche l’Università di Pavia con uno stand organizzato dal Dipartimento di Scienza della terra e dell’ambiente per divulgare una migliore conoscenza dei prodotti agricoli pavesi.

E in tema di valorizzazione dei prodotti a filiera corta non ha fatto mancare la sua presenza L’Alveare che dice Sì di Pavia, comunità di acquisto diretto da produttori locali che è stata protagonista di una degustazione autunnale insieme alla Tenuta Riccardi, storico produttore di vini di Santa Maria della Versa.

L’Alveare è forse una delle espressioni più forti di quell’incontro felice tra le campagne e la città di cui si fa portavoce ogni anno l’Autunno Pavese. Una sintesi ben riuscita tra la tradizione contadina e l’uso delle nuove tecnologie come mezzo di diffusione di buone pratiche e consapevolezza alimentare.

Potrebbe interessarti anche:

elezioni comunali pavia 2019

Elezioni comunali Pavia 2019: candidati, quando e come si vota

7 candidati alla poltrona di sindaco di Pavia per le elezioni del 26 maggio: tutti i dettagli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.