Home / Ambiente / Auto elettriche / Auto elettriche a Bari: accesso alla ZTL, parcheggio sulle strisce blu ed esenzioni

Auto elettriche a Bari: accesso alla ZTL, parcheggio sulle strisce blu ed esenzioni

auto elettrica Bari
Un’auto elettrica presso una colonnina di ricarica dell’Enel a Bari

Se hai acquistato un’auto elettrica e vivi a Bari, probabilmente ti starai chiedendo se puoi accedere liberamente alle ZTL, le zone a traffico limitato, come avviene da anni per i veicoli ecologici in altre grandi città come Roma e Milano. Purtroppo al momento l’amministrazione comunale, guidata dal 2014 dal sindaco PD Antonio De Caro, non ha previsto alcuna agevolazione per i possessori di auto elettriche, ibride e a basse emissioni.

Per accedere alla ZTL i baresi che guidano un’auto elettrica devono dunque rispettare le modalità di accesso limitato e gli orari di ingresso libero alle ZTL previsti per tutti gli altri veicoli non ecologici.

L’accesso libero è consentito solo ai residenti e a chi ha il domicilio a Bari Vecchia.

La ZTL a Bari comprende tutto il territorio della Città Vecchia perimetrato da Corso Vittorio Emanuele – Piazza Massari – Piazza Isabella d’Aragona – Corso Senatore Antonio De Tullio – Lungomare Imperatore Augusto – Piazza IV Novembre.

La ZTL a Bari

La ZTL è divisa in 4 settori contrassegnati dai numeri 1-2-3-4.

Accesso delle auto elettriche alla strada rossa

Nella strada rossa (il gancio) le auto elettriche possono circolare gratis solo nei giorni feriali anche senza permesso dalle ore 7.00 alle ore 20.00.

Dalle ore 20.00 alle ore 7.00 dei giorni feriali e dalle ore 0.00 alle ore 24.00 dei giorni festivi, la circolazione invece è consentita solo ai veicoli muniti di permesso.

Accesso delle auto elettriche alla strada azzurra

Nella strada azzurra invece non è possibile accedere senza permesso in nessun giorno e orario della settimana.

De Caro: in arrivo agevolazioni per l’accesso delle auto elettriche alla ZTL

Interpellato dal sito specializzato Inside EVS, il primo cittadino del capoluogo pugliese ha fatto sapere che sono in corso di definizione nuovi regimi di tolleranza per le zone a traffico limitato che recepiranno il decreto sulla micromobilità elettrica.

Sosta sulle strisce blu

In attesa che Bari colmi le sue lacune nella promozione della mobilità elettrica cittadina, i possessori di auto elettriche dovranno anche pagare il parcheggio sulle strisce blu, che in altre grandi città da tempo è gratuito per i veicoli a zero emissioni e ibridi.

Purtroppo non sono previsti nemmeno sconti e agevolazioni. Le auto elettriche a Bari sostano nei parcheggi comunali alle stesse tariffe dei veicoli inquinanti.

Esenzioni dal bollo auto

Se l’amministrazione cittadina procede lentamente sul fronte delle esenzioni e delle agevolazioni per le auto elettriche, la Regione Puglia dall’altro lato per incoraggiare l’acquisto di veicoli non inquinanti ha previsto delle importanti esenzioni per il pagamento del bollo auto.

Chi acquista un’auto elettrica in Puglia, come d’altra parte nel resto d’Italia, ha diritto a un’esenzione di 5 anni dal pagamento della tassa auto. L’esenzione dal pagamento del bollo auto per cinque anni è valida a partire dalla prima immatricolazione.

Trascorsi questi primi 5 anni, si dovrà pagare il bollo, ma con un importante sconto rispetto al bollo previsto per le auto non elettriche. La tassa annuale infatti è ridotta a un quarto dell’importo previsto per i veicoli più inquinanti.

Scopri anche i 5 modelli di auto elettriche più economici sotto i 30 mila euro.

Fonti: Inside EVS; Amtab
Foto: Enel Sharing via Flickr; Amtab

Potrebbe interessarti anche:

Bp Chargemaster stazioni di ricarica auto elettriche

Dal petrolio alla ricarica delle auto elettriche, BP acquista Chargemaster

Il colosso dei fossili BP ha acquistato Chargemaster, il più grande operatore britannico per la ricarica delle auto elettriche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.