Come superare la morte di un cane: consigli per elaborare il lutto

di Mentegatto
0 commenti
superare la morte di un cane

Superare la morte di un cane non è per niente semplice. Quando il tuo cane ti lascia per sempre, vieni immediatamente invaso da una profonda tristezza e da un senso di vuoto incolmabile. Solo vedere il suo guinzaglio che giace inutilizzato, ricordare i suoi occhioni dolci e le sue feste al tuo rientro a casa ti fa scoppiare in lacrime.

Magari ti senti anche un po’ in colpa perché pensi che avresti potuto fare di più per salvarlo. O peggio: pensi che non sia giusto soffrire così tanto per la morte di un animale domestico, perché al mondo ci sono problemi più gravi e lutti più “importanti”, come quelli per la scomparsa di una persona cara.

Tutti questi pensieri sono normali e fanno parte dell’elaborazione del lutto di un cane. Non c’è un modo giusto o sbagliato per provare dolore per la morte di un cane. Ogni persona prova emozioni diversamente e le esprime a modo suo.

Quindi la prima cosa da fare per superare la morte di un cane è lasciarti libero di soffrire a modo tuo. Non pensare che sia esagerato piangere per giorni, né che sia sbagliato avere bisogno dell’aiuto di amici e parenti o magari di uno psicologo.

Tante persone che hanno perso un cane cercano un supporto psicologico per superare il trauma della perdita del loro animale domestico.

Provare un profondo senso di abbandono e sconforto, una tristezza incolmabile e persino cadere in depressione è più comune di quanto pensi dopo la morte di un cane, soprattutto se era un compagno di vita e la tua routine quotidiana era strettamente legata alla sua. Ora che non c’è più non esci a fare passeggiate di frequente e non hai un cane da coccolare che ti consoli da una brutta giornata alla sera.

I cani offrono una stabilità emotiva, un amore incondizionato e una lealtà difficili da sostituire. Quando un cane muore, oltre a soffrire per la sua perdita, il padrone ha meno occasioni di divertimento, meno momenti di relax e meno interazioni sociali.

La perdita di un cane stravolge la tua vita e le tue abitudini. In questo approfondimento ti daremo dei consigli per superare la morte di un cane, affidandoci al parere di autorevoli esperti.

In quanto tempo si supera la morte di un cane

Pubblicità

Se ti stai chiedendo quanto tempo occorra per non soffrire più così tanto per la morte del tuo cane, la risposta arriva dalla dottoressa Debra Primovic, veterinaria che scrive sul sito specializzato americano Petplace.

In base alla sua esperienza con tanti proprietari che hanno perso un cane, l’esperta spiega che se dopo un anno il dolore è ancora forte come il primo giorno è il caso di chiedere aiuto a uno psicologo per elaborare il lutto.

Devi cercare l’aiuto di uno psicologo già nei primi giorni successivi alla morte del cane quando non riesci più a lavorare, a mangiare e a svolgere le tue attività quotidiane normalmente, ti senti senza speranza e fai pensieri suicidi.

Le fasi di elaborazione del lutto di un cane

Ogni persona reagisce a modo suo alla morte di un cane. Non tutti attraversano le stesse fasi di elaborazione del lutto e non c’è un tempo predefinito per superare ogni fase.

Gli esperti hanno però individuato una serie di fasi che attraversa comunemente chi perde un cane.

Rifiuto

Molte persone inizialmente rifiutano la morte del cane, non accettano che sia morto o che stia per morire. Questo avviene soprattutto quando la morte del cane è improvvisa e non c’è il tempo per prepararsi.

Preghiera

Nel tentativo di salvare il cane dalla morte, molti padroni si affidano alla preghiera e fanno persino dei voti e delle promesse in cambio della sua sopravvivenza. Un modo per contrattare con Dio e con il destino.

Rabbia

La frustrazione per non essere riusciti a salvare l’animale può incanalarsi in reazioni di rabbia e di accusa verso il veterinario, tacciato di incompetenza, verso i familiari o verso se stessi se ci si sente in colpa per non aver fatto abbastanza per curarlo.

Senso di colpa

Pubblicità

Il senso di colpa è l’emozione più comune dopo la morte di un cane. Un padrone è responsabile al 100% del suo animale domestico. Quindi è normale che si senta responsabile per la sua morte, anche quando ha fatto tutto il possibile. Magari si chiede se avrebbe potuto portarlo da altri veterinari più competenti o maggiormente specializzati nella sua patologia. O come sarebbe andata se avesse scoperto prima la sua malattia o se avesse investito di più in prevenzione e controlli di routine. Questi pensieri spesso non gli danno pace.

Depressione

La depressione indica uno stadio di accettazione della morte del cane. È normale volersi isolare e piangere per un po’, ricordando in solitudine il proprio cane e il rapporto speciale che si era instaurato. In caso però lo sconforto fosse troppo profondo e duraturo, è bene rivolgersi a uno psicologo.

Accettazione

Nella fase di accettazione della morte del cane, il dolore inizia ad attenuarsi. Vedere il guinzaglio del cane e ricordare i bei momenti insieme fa meno male. In questo stadio si inizia a pensare più serenamente al futuro senza il proprio cane.

Consigli per elaborare il lutto di un cane

Per superare la morte di un cane ed elaborare il lutto segui questi consigli:

Preparati psicologicamente alla morte del cane

Quando un cane muore per un incidente o all’improvviso è più difficile farsi trovare preparati. Ma se il tuo cane è anziano o malato da tempo, inizia a prepararti per tempo alla sua morte per attutire il trauma, soprattutto se hai preso in considerazione l’eutanasia per non farlo soffrire.

Pensa alla pessima qualità della vita e alle sofferenze che patirebbe se dovesse convivere per mesi con una malattia cronica debilitante e inguaribile. Questo può aiutarti a prendere una decisione difficile come quella di sopprimerlo e a rendere più sopportabile il dolore per la perdita del cane.

Accetta ed esprimi i tuoi sentimenti

Come scrivevamo a inizio articolo, non c’è un modo giusto per provare dolore. Quindi accetta la sofferenza che provi senza cercare di combatterla o respingerla.

Dopo la morte di un cane è importante anche esprimere i tuoi sentimenti di dolore e perdita:

[tie_list type=”thumbup”]
  • parlane con un amico o con qualcuno che ha perso un cane e sa cosa si provi;
  • sfogati con i tuoi familiari;
  • condividi una sua foto e un pensiero dolce sui social per ricevere sostegno dalla tua rete di contatti;
  • chiedi il supporto di un terapeuta.
[/tie_list]

Può esserti d’aiuto anche scrivere come ti senti su un diario.

Pubblicità

Infine, piangi pure liberamente e a lungo, dando libero sfogo al tuo dolore. Dopo aver pianto ti sentirai sollevato.

Fai un funerale al tuo cane

I riti sono importantissimi per elaborare un lutto. Questo vale anche per la perdita di un cane.

Puoi organizzare un funerale al tuo cane, affidandoti alle aziende di pompe funebri per animali che organizzano delle piccole cerimonie di commemorazione e offrono tanti servizi, dalla tumulazione in un cimitero per gli animali alla riconsegna delle ceneri dopo la cremazione.

Durante la cerimonia puoi allestire un piccolo altare con gli oggetti più significativi del tuo cane: le sue foto, il suo collare, la sua ciotola o il suo gioco preferito.

[box type=”info” align=”” class=”” width=””]Se hai un altro cane o più di uno, oppure uno o più gatti che erano legati al cane scomparso, ricordati che anche loro hanno bisogno di una dose di affetto e attenzioni in più per superare la morte del loro compagno di giochi e di vita.[/box]

Cerca l’aiuto giusto

Non ascoltare le persone che cercano di consolarti dicendoti frasi che sminuiscono il tuo dolore come “Era solo un cane”, oppure che ti invitano a prenderne subito un altro per sostituirlo.

In questo momento hai bisogno di persone che riconoscano e capiscano il tuo dolore, riconoscendogli una dignità, non di persone che ne neghino l’importanza e l’intensità o ti facciano notare che il tuo cane è immediatamente sostituibile con un altro cane.

Quindi cerca consolazione online, nei forum frequentati da proprietari di cani, chatta con altre persone che hanno perso un cane, oppure parlane con uno psicoterapeuta. A volte bastano poche sedute per aiutarti a elaborare la morte di un cane.

Può aiutarti anche leggere libri sull’argomento. Un bel saggio che aiuta ad affrontare la morte di un cane è Il dolore negato della Graphe Edizioni, scritto dallo psicologo Pier Luigi Gallucci.

Pubblicità

Molto bello anche Addio, amico mio. Affrontare il lutto per la perdita di un animale domestico di Wallace Sife, pubblicato da Armenia.

Prendere un altro cane dopo la morte di un cane

Un altro cane è un altro cane. Prima di prendere un altro cane dopo la morte del tuo cane devi avere ben chiaro in mente questo concetto.

Un nuovo cane non potrà mai sostituire quello vecchio. Avrete un rapporto completamente diverso, perché avrà un carattere differente, gli piaceranno altri tipi di gioco, andrà ghiotto per altre leccornie.

Assicurati di essere preparato psicologicamente ed economicamente e di avere abbastanza tempo ed energie per affrontare l’inizio di una nuova relazione con un animale domestico e prendertene cura per il resto della sua vita.

Speriamo di esserti stati utili ad alleviare in minima parte il dolore per la morte del tuo cane. Se ti va lasciaci un commento con un pensiero per il tuo cane che non c’è più e i tuoi consigli per superare la morte di un cane per aiutare altri lettori ad affrontare questo brutto momento. Alla prossima dalla redazione di M’informo Animali!

Scopri anche dove seppellire gli animali domestici.

Fonte: Petplace

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento