Home / Sport / Calcio / Brescia, Super Mario ritorna in Italia

Brescia, Super Mario ritorna in Italia

Accordo concluso con il Brescia: finalmente Super Mario Balotelli ritorna in patria dopo ben tre anni di assenza. L’attaccante bresciano sembra avere le idee molte chiare sul suo futuro e sul suo posto in Serie A.

Sbarcato a Brescia, Balotelli ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano come si sentisse e se vedesse questo campionato come la sua ultima occasione. La risposta è stata chiarissima: Super Mario è tranquillo e sereno, per nulla spaventato dalla possibilità di fallire; a Brescia si sente a casa e vuole far parte della squadra per aiutarla a crescere supportando il resto dei compagni.

Balotelli parla inoltre di una sua conversazione con Mancini e di uno dei suoi obiettivi per la stagione: essere convocato agli Europei. Insomma Balotelli sembra pronto a distinguersi e a dare il massimo per guadagnarsi nuovamente un posto in nazionale.

Mario parla poi di come si sia mossa la trattativa che lo ha portato al Brescia. Il primo incontro con il presidente del Brescia Cellino è avvenuto qualche tempo fa in Inghilterra. Dopo aver partecipato ad un secondo incontro a cui era presente anche il suo agente Raiola, la scelta del Brescia è stata facile. D’altronde Brescia è la città di Balotelli e, come dichiarato da lui stesso, una volta nata la possibilità di tornare non è riuscito a pensare ad altro se non alla voglia di venire in Italia e dare il massimo nella squadra di casa.

Balotelli ha continuato parlando di come la sua crescita a livello calcistico sia avvenuta soprattutto all’estero, dove ha passato più anni che in Italia. L’attaccante ha poi rivelato ai giornalisti la reazione della madre, scoppiata in lacrime alla notizia del suo ritorno a Brescia, e di come anche suo padre sognasse di vederlo giocare nel campo di casa.

Tornando all’obiettivo di vestire la maglia azzurra, Mario Balotelli ha spiegato che questa volta dipende tutto da lui e dalla sua voglia di fare perché ritiene che Mancini sia un allenatore giusto.

Infine ritorna sui problemi legati al razzismo che lo avevano inseguito negli anni passati e spiega come la sua speranza sia quella di trovare una Serie A nuova e cambiata, che si sia lasciata alle spalle tutti i brutti episodi delle stagioni scorse.

Cellino commenta l’occasione descrivendo l’arrivo di Mario Balotelli al Brescia come un’emozione unica e irripetibile. Il presidente della squadra ha continuato lodando Super Mario per aver creato le condizioni giuste per riportarlo in Italia e aggiungerlo alla rosa del proprio club.

Cellino ha aggiunto che l’operazione non va a mettere in difficoltà finanziaria la società e che se le condizioni dell’acquisto sono state definite così facilmente è tutto merito di Balotelli e del suo agente.

Il presidente vuole che Super Mario possa sentirsi completamente libero di sostenere e aiutare la squadra senza dover avere sulle spalle tutta la responsabilità di segnare poiché per vincere bisogna giocare in undici e non da soli. Allo stesso modo Cellino conclude chiedendo alla sua squadra di aiutare Balotelli per assicurarsi che sia in grado di sfruttare tutto il suo talento ed il suo potenziale.

I tifosi del Brescia hanno accolto con gioia ed entusiasmo l’arrivo di Super Mario e sono molti i pronostici della Serie A che lo vedono come uno dei possibili capocannonieri.

Potrebbe interessarti anche:

Serie A 2018-2019

I verdetti della Serie A 2018-2019: Juventus ancora campione

Tutti i risultati del campionato di quest'anno: dalle qualificazioni europee alla retrocessione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.