FIFA 20 vs PES 2020: date di uscita e principali novità di quest’anno

di Cloud
0 commenti
FIFA 20 vs PES 2020

Come ogni anno la sfida FIFA 20 vs PES 2020 sta per cominciare. Certo, parliamo di una sfida impari visto che il gioco EA ormai vende sistematicamente 8-9 volte in più di quello di Konami. Ogni anno però lo zoccolo duro di utenti, e anche una buona fetta degli indecisi, è curioso di scoprire come sarà la nuova edizione e magari decidere se rimanere fedeli al proprio brand o se passare alla concorrenza. Vediamo tutto ciò che si sa al momento sui due giochi dopo gli annunci dell’E3 e degli eventi successivi.

Tutto ciò che sappiamo su FIFA 20

Volta Football

Anche se la sfida FIFA 20 vs PES 2020 sembra vinta in partenza, EA Games sembra intenzionata ad apportare numerose novità in questa edizione. La principale, anche maggiormente pubblicizzata, riguarda il cosiddetto “calcetto”. Un po’ come fatto con NBA 2K19, FIFA 20 darà la possibilità di sfidare altri giocatori online su un campetto virtuale di periferia. La modalità si chiamerà Volta Football e riporta in auge la vecchia FIFA Street in cui i grandi campioni del calcio si sfidavano sul cemento. Adesso i campioni sarete voi visto che a sfidare gli utenti virtuali sarà il vostro personaggio completamente editato. Le modalità di gioco saranno 3vs3, 4vs4 o 5vs5, e l’aspetto più interessante riguarderà le acrobazie. Molta della spettacolarità delle partite si baserà non sulle azioni manovrate o sui gol, ma sui “tricks”, i giochetti con la palla. Le giocate spettacolari potranno essere “aiutate” dall’assenza del fallo laterale, ma si potrà giocare di sponda con i muri. A fare da contorno alla modalità c’è anche una piccola trama ambientata tra Tokyo, Londra e Amsterdam. Volta Football sarà giocabile sia in online che in offline, con tornei che prevedono promozioni e retrocessioni. Le regole saranno quelle del Futsal professionistico.

Il viaggio e novità tecniche

Pubblicità

Dal punto di vista tecnico, ci sarà la classica revisione della fisica del pallone e delle meccaniche dei calci piazzati. Continua dunque il percorso verso la simulazione vera e propria con il nuovo Strafe Dribling, la novità di gameplay più rilevante. Per adesso non ci sono informazioni sulla continuazione de Il Viaggio, la storia di Alex Hunter (probabilmente in questa edizione non ci sarà), mentre non abbiamo dubbi sulla presenza del calcio femminile, specialmente quest’anno in cui c’è sempre maggior attenzione su questo fenomeno.

Ultimate Team, Carriera ed Euro 2020

Pubblicità

Tra le modalità di gioco, oltre alle classiche competizioni e l’Ultimate Team, dovrebbe tornare anche quella della carriera del solo calciatore. Su questa modalità ancora EA non si è molto sbottonata, ma si parla di un possibile inserimento di un minimo di trama. Le licenze saranno più o meno quelle dell’anno scorso, comprese le coppe europee. Verso la primavera ci aspettiamo un aggiornamento che introdurrà la modalità Euro 2020, in vista degli Europei di calcio.

Data di uscita di FIFA 20 e piattaforme

La data di uscita è stata già stabilita nel 27 settembre (il 19 per i possessori di EA Access). Le piattaforme prescelte sono PC, PS4, Xbox One e Switch. Non è ancora stato svelato il volto della copertina ma molto probabilmente sarà Mbappè del PSG.

Le novità di PES 2020

eSports

Come avrà deciso Konami di recuperare terreno e vincere la sfida FIFA 20 vs PES 2020? L’obiettivo di PES 2020 è di sfondare nel mondo degli eSports, sempre più di moda in questo periodo. Accanto al nome ufficiale del gioco comparirà anche la scritta “eFootball” che attesterà questa tendenza. Non è stato specificato in cosa consisterà questa novità, crediamo dia la possibilità di organizzare tornei virtuali di PES 2020 comodamente seduti da casa. Tornei che porteranno poi a qualificazioni per campionati ufficiali mondiali, ma staremo a vedere.

Master League Remastered

Pubblicità

Tornando al gioco, se si parla di Pro Evolution Soccer non si può non parlare della Master League. Quest’anno la competizione sarà profondamente rivista, come dimostra già il nome Master League Remastered. Questa è stata la promessa degli sviluppatori, ma per adesso le uniche notizie al riguardo parlano dell’aggiunta di cutscenes (probabilmente per avvicinarsi a Il Viaggio di FIFA), scelte alternative nei dialoghi e un nuovo sistema di trasferimenti più simile alla realtà. Ci saranno anche nuovi modelli di personalizzazione dell’avatar e la possibilità di “indossare i panni” di Maradona, Zico o Cruyff come allenatore.

Match Day

Pubblicità

Una nuova modalità è stata già annunciata. Si chiama Match Day, o Giorno di Gara, e si tratta di una modalità online. Qui saremo chiamati settimanalmente ad entrare a far parte di una fazione che comprende altri giocatori, e saremo chiamati a portare a termine alcune “missioni” come per esempio segnare un certo numero di gol, fare un certo numero di passaggi e così via. Ogni missione dà un punteggio, e poi vincerà la fazione che ha ottenuto il punteggio più alto. I giocatori che hanno contribuito a portare più punti alla propria fazione parteciperanno poi ad un grande evento finale che, per ovvie ragioni, al momento è ancora top secret. Le fazioni saranno decise in base alle squadre che disputeranno le varie partite reali. Per esempio nella settimana del derby di Milano si potrà decidere se far parte della fazione del Milan o dell’Inter; nella settimana del Clasico si sceglierà tra Real e Barça e così via.

Novità tecniche

Dal punto di vista del gioco è migliorata tantissimo la dinamica dei movimenti. Per ottenere questo obiettivo Konami si è rivolta ad un esperto in materia: l’ex centrocampista del Barcellona Andres Iniesta che ha fornito la sua consulenza anche per il nuovo sistema di dribling di precisione. In campo ci saranno tante novità. Infatti oltre ai movimenti con o senza palla più realistici, sono state riviste finalmente anche le animazioni. Le discussioni con gli arbitri, le esultanze, le proteste ecc. erano sempre le stesse da anni, ma in questa edizione ne sono state aggiunte molte nuove. Per confermare questa ventata di novità anche il design del menu è stato rivisto profondamente, tanto da non riconoscersi più. Persino la grafica è leggermente migliorata, anche se l’impressione è che sarà più marcata sulle versioni delle console più potenti (oltre che su PC), mentre sulle console tradizionali non sarà poi così evidente.

MyClub e licenze

Il punto debole delle licenze dovrebbe essere in parte arginato. Non ci sono ancora notizie ufficiali, ma da quanto fatto trapelare da Konami dovrebbe esserci qualche licenza in più rispetto allo scorso anno, oltre alla conferma delle licenze ufficiali dei club già presenti (come per esempio il Barcellona già ampiamente sbandierato nelle prime uscite). Tra le voci che si rincorrono ci sono anche le licenze della Serie B e de LaLiga 2 (la Serie B spagnola). Non mancherà infine il MyClub che, al momento, non sembra godere di novità rispetto alla scorsa edizione.

Data di uscita di PES 2020 e piattaforme

PES 2020 uscirà il 10 settembre su PlayStation 4, Xbox One e PC. Non ancora confermata (e probabilmente mai ci sarà) la versione Switch. L’uomo copertina sarà Leo Messi.

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento