Home / Salute / Alimentazione / Dieta CRAM: il menù leggero da seguire contro la diarrea

Dieta CRAM: il menù leggero da seguire contro la diarrea

dieta CRAM menù

La dieta CRAM è un regime alimentare temporaneo raccomandato alle persone che soffrono di gastroenterite, diarrea, dispepsia, indigestione, infezione batterica, mal di stomaco dovuto ad abbuffate.

Ha origini antiche nei Paesi dell’America Latina, ma è tornato in voga negli ultimi anni.

I cibi consentiti nella dieta CRAM

L’acronimo inglese CRAM sta per gli unici 4 cibi consentiti nel menù della dieta CRAM: cereali, riso, purea di mele cotte e latte (cereal, rice, applesauce, and milk).

Esempio di menù della dieta CRAM

Colazione

  • una mela cotta, due fette biscottate, un bicchiere di latte;

Pranzo

  • 80 grammi di riso in bianco condito con un pizzico di zenzero e limone;

Cena

  • 80 grammi di pasta integrale condita con un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e basilico;

Merenda

  • un bicchiere di latte parzialmente scremato

o

  • una mela cotta.

Differenze con la dieta BRAT

La dieta CRAM ha sostituito la dieta BRAT nel trattamento della diarrea e della gastroenterite. Fino a qualche tempo fa infatti i medici raccomandavano a chi soffriva di disturbi gastrointestinali di seguire per 24-48 ore una dieta a base di banane, riso, composta di mele e pane tostato (bananas, rice, applesauce, and toast).

Oggi invece viene consigliata la dieta CRAM contro la diarrea e i sintomi correlati, come disidratazione, affaticamento, crampi addominali e letargia.

Il motivo è che la dieta CRAM è più nutriente e contiene una maggiore quantità di proteine rispetto alla dieta BRAT.

Come funziona la dieta CRAM

Ognuno dei 4 alimenti permessi nella dieta CRAM aiuta a curare gli attacchi di diarrea:

Cereali e riso

I cereali e il riso, grazie all’alto contenuto di fibre solubili, formano un gel denso nell’intestino aiutando ad assorbire il liquido in eccesso. Inoltre prevengono gli spasmi e i crampi allo stomaco, alleviando il dolore in caso di disturbi gastrointestinali.

Purea di mele cotte

La purea di mele cotte allevia il mal di pancia grazie all’azione calmante della pectina.

Latte

Il latte garantisce il giusto apporto di proteine e grassi, combattendo la debolezza in caso di diarrea e gastroenterite. Anche se molti pensano che il latte peggiori la diarrea, in realtà è utile soprattutto ai bambini, fatta eccezione in caso sia presente anche il vomito.

Lo stesso vale per latticini come lo yogurt che, grazie ai batteri buoni, sono molto efficaci nel trattamento della diarrea.

Il dottor John Snyder, membro dell’American Academy of Pediatrics, raccomanda ai pazienti che seguono la dieta CRAM l’assunzione contemporanea di un integratore di elettroliti.

La dieta giusta per la diarrea

Le autorità sanitarie consigliano di combattere la diarrea con una dieta equilibrata, fatta di alimenti sani e di qualità in quantità moderate. È molto importante sostituire i liquidi persi a causa della diarrea o del vomito per non andare incontro a disidratazione.

L’ideale è bere almeno 2 litri di acqua al giorno per reintegrare i liquidi persi, smaltire le tossine e facilitare la digestione.

Quando si soffre di problemi gastrointestinali, solitamente i medici suggeriscono di seguire prima la dieta BRAT. Questo perché i cibi della dieta BRAT sono più digeribili. Banana, riso, mele cotte e pane tostato contengono infatti meno fibre, ma sono ricchi di amido.

Successivamente è possibile passare gradualmente alla dieta CRAM per assumere più proteine. Continuare a seguire la dieta BRAT infatti potrebbe causare debolezza e letargia, nuocendo alla salute.

In caso di diarrea è importante anche evitare bevande gassate e zuccherate e cereali ricchi di zucchero perché potrebbero peggiorare i sintomi.

Al contrario bisogna preferire bevande come il latte che forniscono energia e non stressano il tratto gastrointestinale, favorendo la guarigione.

La dieta CRAM non va seguita per più di due-tre giorni. Nel giro di 48 ore i sintomi della diarrea dovrebbero già attenuarsi. In caso contrario bisogna contattare subito un medico.

La dieta CRAM fa dimagrire?

Alcune persone usano la dieta CRAM per dimagrire. Tuttavia non è consigliabile seguire questo regime alimentare per perdere peso. Se è vero infatti che la dieta CRAM fa dimagrire fino a 2 chili in 3 giorni, è altrettanto vero che i chili persi spesso sono soltanto liquidi.

Questa dieta infatti favorisce il transito intestinale e aiuta a sgonfiare la pancia, ma non può essere seguita per più di 2-3 giorni senza andare incontro a squilibri nutrizionali e alla noia, dal momento che permette di mangiare solo 4 alimenti.

Per dimagrire è meglio scegliere altre diete che possono essere adottate a lungo termine e farsi seguire da un bravo dietologo.

Scopri anche cosa significa mangiare in bianco.

Fonte: Foodforbetterhealth.com

Potrebbe interessarti anche:

menù tipo della dieta Sense

Dieta Sense: il menù d’esempio e le opinioni di chi l’ha provata

Come funziona la dieta Sense: il sistema delle 4 manciate, il menù da seguire, le regole base e le opinioni di chi l'ha provata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.