Home / Attualità / Perché la sera è il momento migliore della giornata per allenarsi

Perché la sera è il momento migliore della giornata per allenarsi

sera momento migliore della giornata per allenarsi

La sera è il momento migliore della giornata per allenarsi. A suggerirlo sono due nuovi studi pubblicati sulla rivista scientifica Cell Metabolism.

I ricercatori hanno scoperto che i benefici dell’esercizio fisico aumentano quando ci si allena nelle ore serali.

A illustrare i risultati della ricerca su HealthLine è Paolo Sassone-Corsi, direttore del Center for Epigenetics and Metabolism presso la University of California Irvine.

Ci aspettavamo che l’esercizio fisico, come ogni altra modifica della nostra fisiologia, producesse maggiori benefici o avesse un impatto maggiore sulla salute in momenti diversi del giorno e della notte.

Tuttavia finora non era stati effettuati studi approfonditi sugli effetti dell’allenamento sull’orologio biologico nelle varie ore della giornata .

I due studi hanno analizzato gli effetti dell’allenamento sui muscoli di 12 topi di laboratorio e di 12 umani. I topi sono animali notturni e ottengono i maggiori benefici dall’esercizio fisico quando si allenano verso la fine del loro periodo attivo, durante quella che è la loro fascia serale.

Gli umani invece sono animali diurni, cioè sono più attivi durante il giorno. Ciononostante i ricercatori hanno scoperto che anche gli umani, come i topi, traggono i maggiori benefici dall’allenamento serale.

Gli scienziati precisano che è troppo presto per affermare in modo definitivo che la sera sia il momento migliore della giornata per allenarsi.

Tuttavia queste ricerche ci aiutano a comprendere meglio come funzionano i ritmi circadiani.

Come cambia il corpo durante il giorno

Tutti noi abbiamo un orologio biologico. È risaputo che il corpo umano subisce diversi cambiamenti ormonali nel corso di un ciclo circadiano. Di ora in ora nell’organismo cambiano un sacco di cose. Alcuni cambiamenti ormonali sono prevedibili.

L’orologio interno non incide soltanto sul sonno. Ci sono molti altri ormoni che cambiano in base all’orologio biologico. L’ormone della crescita ad esempio viene prodotto nel cuore della notte, mentre il cortisolo, l’ormone dello stress, viene prodotto al mattino presto.

Basandosi su questi dati, il dottor Stevene Feinsilver, direttore della medicina del sonno al Lenox Hill Hospital in New York, spiega che allenarsi in certe ore del giorno potrebbe garantire risultati migliori rispetto a fare attività fisica in altri momenti della giornata.

Bisogna però tenere conto che allenarsi quando il corpo non è abituato a fare movimento può interrompere i ritmi naturali del corpo.

Molte persone, ad esempio, fanno fatica a fare esercizi aerobici di sera prima di andare a dormire. Anche se la sera potrebbe essere il momento migliore della giornata per allenarsi perché si bruciano più calorie, dopo potrebbe essere difficile addormentarsi. Non tutti hanno difficoltà a prendere sonno dopo l’allenamento, ma è un problema che riguarda sicuramente tante persone.

Il ritmo circadiano influenza gli atleti

Uno studio del 2018 compiuto sugli atleti della National Football League (NFL) giunse alle stesse conclusioni di queste due nuove ricerche.

I risultati dimostrarono che, a causa dei ritmi circadiani, le squadre della NFL giocano meglio durante le partire serali, che iniziano alle 20 o alle 21, rispetto alle prestazioni nelle partire diurne, che iniziano alle 13 o alle 16.

Ovviamente le cose si complicano quando ci sono cambi di fuso orario o trasferte. Ma in generale i risultati preliminari di questo studio dimostrano che la prima serata è il momento migliore della giornata per allenarsi.

Trova il ritmo giusto per te

Gli esseri umani sono naturalmente diurni. Tuttavia molte persone non si alzano quando sorge il sole e non vanno a dormire di notte, a causa di turni serali al lavoro o perché soffrono di insonnia.

Quando si tratta di stabilire una routine per il sonno, e questo vale anche per chi lavora di notte, la cosa migliore è sfruttare la reazione naturale del corpo alla luce. Come spiega Feinsilver:

Quando vuoi svegliarti di notte, esponiti a una fonte luminosa per 20 minuti. Se stai tornando a casa al mattino, indossa gli occhiali da sole più scuri che hai. Se stai cercando di dormire di giorno, mantieni la camera da letto nel buio più assoluto.

Una volta sveglio, metti subito in movimento il corpo.

Le persone che non dormono molto bene dovrebbero prendersi del tempo per svegliarsi al mattino, esporsi alla luce e allenarsi. Alzarsi e uscire è un modo naturale per svegliarsi.

L’ideale è svegliarsi sempre alla stessa ora. Ricorda che se dormi bene anche senza seguire una routine prestabilita, non devi necessariamente attenerti a delle regole rigide. Se invece hai problemi a dormire e la qualità del tuo sonno è scarsa, torna a rispettare le regole di base per dormire.

Come spiega Feinsilver:

Se dormirai meglio, ti sentirai meglio. Il sonno è una pulsione biologica. Se non lo si complica, tende a funzionare. Ma noi lo roviniamo tutto il tempo, e il danno maggiore è proprio non seguire uno schema prestabilito.

In conclusione, anche se non ci sono ancora dati definitivi per raccomandare alle persone di allenarsi a un orario preciso o a un altro, i ricercatori sostengono che il momento migliore della giornata per allenarsi è la sera.

Gli esperti invitano inoltre a tenere conto del ruolo dei ritmi circadiani per una buona qualità del sonno.

Leggi anche i consigli degli esperti per dimagrire camminando.

Fonte: Healthline

Potrebbe interessarti anche:

buone feste 2018 Minformo.it

Buone feste a tutti i nostri lettori!

Auguri di buone feste a tutti i nostri lettori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.